×

Bike Sharing, al via la fase due dopo mesi di ritardo: previsti anche alcuni tagli

Condividi su Facebook

La 'fase 2' del bike sharing parte con diciotto mesi di ritardo. Non solo: ci saranno anche dei tagli. Infatti non saranno più 100, ma al massimo 30-40 le nuove stazioni che Comune, Atm e ClearChannel inizieranno a installare da settembre fuori dalla Cerchia dei Bastioni.

Questo perchè non ci sarebbero i fondi necessari per finanziare il progetto originario come leggiamo sul Corriere. Risultato: con circa 3 milioni di euro potranno essere distribuite altre 1.100 biciclette pubbliche (invece delle 2.250 previste inizialmente) davanti alle stazioni ferroviarie, nei nodi di interscambio dei mezzi pubblici, agl'ingressi delle università.

La prima nuova stazione sarà quella di Melchiorre Gioia e sarà attivata a inizio settembre.
Nelle prossime settimane, dato che devono essere ancora firmati i contratti, sarà definita la mappa delle nuove stazioni e saranno richieste le autorizzazioni per gli impianti.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche