×

Writer, prosciolto Bros: il Comune chiede a Pao di riqualificare il piazzale di Porta Genova

Condividi su Facebook

Dopo il proscioglimento di Bros nel processo a lui intentato, il Comune vuole sperimentate "una tregua" con i writer. Settanta paracarri di Porta Genova saranno decorati da Pao con immagini di bambini, robot e pinguini. Il tutto rientra in un piano di riqualificazione del piazzale della stazione.

Ma non solo. Come leggiamo sul Corriere anche altri artisti (perchè lo sono) avranno i loro spazi. Era ora. Il progetto si chiamerà "Walls of Fame" e coinvolgerà oltre a Pao anche Nais, Neve, Ozmo, TvBoy, El Gato Chimney, Santi, Bo130 e KOne. Ve ne parlavamo già in questo post.

La mostra, voluta dal sindaco e dall'assessore Finazzer Flory, sarà diretta da Gisella Borioli che ha spiegato:

"Questo progetto è un riconoscimento alla qualità dell'arte pubblica, sull'esempio dato da Berlino, da Parigi.

Anche Milano, adesso, s'è accorta che la street art può migliorare l'aspetto della città"

Ozmo, ovvero Gionata Gesi, ha commentato così la sua partecipazione al progetto:

"La Moratti ci ha definito public artist, vedremo se avrà il coraggio di scommettere su di noi"

Invece Bros ha declinato l'invito:

"Io ho rifiutato l'invito alla 'Walls of Fame'. Se il sindaco mi chiede d'intervenire legalmente, beh, vuol dire che avrà apprezzato anche i pezzi abusivi, no? In sintesi, la contraddizione non è risolta: cos'è arte, cosa no?"

Idem Ivan Tresoldi:

"Ho scarsa fiducia che si possa fare un progetto condiviso, senza che il mio lavoro venga strumentalizzato.

Un patto di legalità tra me e il Comune e lo Stato non è possibile né voluto"

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche