×

Grazie alle Iene chiude clinica per aborti clandestini gestita da cinesi: 300 euro per ogni interruzione di gravidanza

Condividi su Facebook

Una clinica degli orrori dove venivano praticati aborti clandestini quella scoperta dagli agenti del commissariato Sempione. L'ambulatorio si trovava in uno stabile di ringhiera di via Paolo Sarpi e per non sporcare il letto le interruzioni di gravidanza venivano praticate sul tavolo della cucina.

Abortire in quella clinica costava 300 euro: 250 per l'operazione e 50 per i medicinali. Della vicenda si era occupata la trasmissione televisiva Le Iene e gli inquirenti hanno dato un'accelerata alle indagini che stavano svolgendo (foto Repubblica).

Sono stati arrestati cinque cinesi, tutti in regola con il permesso di soggiorno e provenienti da Prato come leggiamo su Repubblica: per loro è scattata una denuncia a piede libero per associazione a delinquere finalizzata all'aborto clandestino e violazione della legge 194.

Questo il servizio delle Iene.

Gli agenti hanno trovato anche alcuni 'ferri del mestiere' sporchi di sangue e altri, accatastati in una valigia, che venivano sterilizzati con il fuoco. Gli arrestati avevano anche provato a trasferire l'attività in periferia. Una delle donne fermate era già stata denunciata e condannata nel 1994 a Reggio Emilia per esercizio abusivo della professione medica

Sembra che in media ogni settimana si facessero operare dalle tre alle sette pazienti, alcune di queste minorenni.

Alcune donne erano in stato avanzato di gravidanza, oltre i 90 giorni previsti dalla legge.

La paziente veniva anestetizzata con una forte dose di lidocaina. Poi veniva operata dalle mammane con divaricatori e spatole. Per tutte la raccomandazione era di non rivolgersi agli ospedali, anche se si sentivano male.

Con rischi per la salute che possiamo solo immaginare.

Qualche tempo fa era emersa anche un'altra pratica per l'interruzione di gravidanza, usata principalmente da donne clandestine.

Ne ha parlato Femminismo a sud un po' di tempo fa. Esiste infatti un mercato nero del Cytotec, un farmaco anti ulcera che se assunto in dosi elevate provoca aborto.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche