×

Atm nella bufera dopo lo scontro fra tram del 12 gennaio, il Codacons chiederà l'intervento della Procura

Condividi su Facebook

La situazione comincia a essere preoccupante. Quello di ieri è stato il primo incidente fra tram del 2010, e dal 2009 ci sono stati 20 incidenti gravi come riporta Repubblica.

Non è la prima volta che avviene uno scontro fra mezzi, e non è la prima volta che l'azienda dei trasporti cerca di prendere provvedimenti per evitare che si ripetano: basta aspettare un po' e l'incidente puntualmente si presenta.

Il bilancio dello scontro di ieri è di 12 feriti, tra cui una donna al quinto mese di gravidanza (foto Repubblica).

Le linee dei mezzi incidentati erano la 1 e la 14 e il fatto è avvenuto in piazza Firenze: il conducente dell'1 è rimasto contuso, illeso quello del 14.

La causa dello scontro, secondo le ipotesi della Polizia municipale, sarebbe il mancato rispetto di un semaforo tramviario: uno dei due tram sarebbe deragliato investendo con la parte anteriore il fianco sinistro dell'altro.

Secondo l'Atm "un tram della linea 1 che si trovava all'incrocio di piazza Firenze, a causa di una manovra le cui dinamiche sono in via di accertamento, ha urtato un tram della linea 14 che proveniva da destra. Nell'urto un carrello del tram 14 è uscito dai binari". Il deragliamento sarebbe quindi una conseguenza dell'urto e non la causa.

Solo le telecamere del Comune  potranno far luce sulle esatte dinamiche. Intanto l'incidente ha provocato gravi ripercussioni sul traffico della zona e la circolazione dei tram sulle linee interessate è rimasta interrotta per circa un'ora e mezza.

Come prevedibile si sono scatenate forti polemiche: sotto accusa la gestione del trasporto pubblico, l'addestramento degli autisti e il ricorso agli straordinari, da alcuni ritenuto eccessivo.

Secondo il Codacons Letizia Moratti avrebbe dovuto licenziare il presidente e amministratore delegato di Atm Elio Catania. L'associazione ha annunciato che chiederà l'intervento della Procura della Repubblica "perchè sospenda il servizio di tram fino a che non saranno garantite le condizioni minime di sicurezza.

Nessuna città al mondo, infatti ha un numero così spropositato di incidenti: scontri tra tram, tra auto e tram, scambi che non funzionano, deragliamenti".

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche