×

Ennesimo nuovo blitz in viale Bligny 42 dopo quello del 30 dicembre, De Corato chiede l'intervento della Procura

Condividi su Facebook

Nuovo blitz nel cosiddetto "fortino della droga" di viale Bligny 42, già interessato in passato da simili provvedimenti. La Squadra Mobile e un centinaio di uomini fra polizia e carabinieri hanno identificato 40 persone e 2 cittadini nordafricani che sono stati accompagnati in Questura a Milano.

Inoltre ci sono state sette perquisizioni (foto Corriere).

Non sono state trovare né armi né droga. Riccardo De Corato ha commentato:

"Nonostante 6 blitz in un anno, l'ultimo solo cinque giorni fa, la situazione in viale Bligny 42 non è cambiata. Ringraziamo il Questore Vincenzo Indolfi e il Comandante dei Carabinieri Sergio Pascali, perché le Forze dell'Ordine ci sono e si vedono. E la città non può che apprezzare questo impegno.

Un impegno che, però, rischia di diventare una perdita di tempo e di risorse visto che, come avevo previsto, la situazione di illegalità è tornata a ripristinarsi. A dimostrazione che l'unico intervento in grado di estirpare un bubbone che non può più essere curato è il sequestro dell'immobile. Il bilancio è arrivato a 494 identificazioni, 22 arresti, un morto per rissa e 129 clandestini denunciati. Per non parlare dei 2 fermati e dei 40 identificati oggi.

Non serve aspettare i prossimi sei blitz per capire che questo stabile nel pieno centro di Milano è diventato un incurabile covo di illegalità e spaccio con gravi carenze igieniche e di sicurezza"

E ha aggiunto:

"Queste perquisizioni, se pur doverose, sono solo un palliativo. È ora che la Magistratura metta sotto sequestro preventivo tutti gli alloggi e cominci a indagare sulla proprietà che ha grosse responsabilità nella gestione di questo stabile.

Dove tra l'altro un terzo delle utenze risulta moroso, secondo quanto risulta da una verifica di Aem effettuata lo scorso dicembre e sollecitata dal sottoscritto"

Solo qualche giorno fa, il 30 dicembre, c'era stato un altro blitz. Come leggiamo sul Corriere in tale occasione 59 persone erano state identificate e 9 cittadini di origine nordafricana erano stati accompagnati in Questura.

Anche in questo caso De Corato aveva ringraziato il questore e le forze dell'ordine:

"Siamo ormai al quinto maxi blitz in un anno e nonostante 22 arresti, un morto per rissa, 494 identificazioni, 129 clandestini denunciati siamo punto a capo.

Lo stabile di via Bligny al civico 42 rimane un'autentica casbah nel pieno centro di Milano. Un malato cronico che ha bisogno ormai di una soluzione di emergenza da parte dell'autorità giudiziaria: il sequestro dell'intero stabile"

Il vicesindaco aveva parlato di 'spreco di risorse' per i blitz:

"Mi chiedo cosa aspetti allora la Procura a porre sotto sequestro preventivo tutti gli alloggi e a indagare sulla proprietà, che ha grosse responsabilità nella gestione di uno stabile che è un covo di clandestini e dello spaccio, che non rispetta i requisiti di sicurezza e igiene, dove un terzo delle utenze sono morose, secondo quanto risulta da una verifica di Aem effettuata lo scorso dicembre e dal sottoscritto sollecitata"
1 Post correlati La cara vecchia Milano non si smentisce mai: la neve e la metro 1 che si rompe ‘Ndrangheta e operazione ‘Infinito’, si va verso il maxiprocesso per i 174 arrestati di luglio Bazzega e Ferrandi ai giardini di via Stendhal: un esempio di dialogo oltre l’odio degli Anni di Piombo Stazione Centrale, attive le tende riscaldate della Protezione civile per i senzatetto

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche