×

Scatta il piano anti-traffico, De Corato rimanda a gennaio le "multe a strascico"

Condividi su Facebook

In città è partito oggi il nuovo piano anti-traffico fortemente voluto dal vice sindaco Riccardo De Corato. 54 incroci sono già presidiati in pianta stabile da altrettanti vigili urbani, mentre 62 grandi arterie vengono controllate da stamattina grazie a pattuglie mobili.

Nel mirino c'è la sosta selvaggia. De Corato ha promesso "tolleranza zero", sfidando apertamente l'ira di tanti commercianti che hanno fatto della sosta veloce in doppia fila per carico e scarico merci un'abitudine tanto scorretta quanto inevitabile. Pronti ad entrare in azione anche i 160 ausiliari con delega alla multa per sosta in doppia fila.

E' stata rimandata invece a gennaio l'adozione da parte dei ghisa delle telecamere mobili che consentiranno la notifica delle cosiddette "multe a strascico".

"Non puntiamo ad aumentare le multe – dice De Corato – ma contiamo sull´effetto dissuasivo dei provvedimenti che verranno messi in atto secondo un programma graduale". Restano confermati i tre mesi di sperimentazione, ma il provvedimento nel frattempo incassa solo pareri negativi. L'Unione del Commercio si scaglia contro il giro di vite sulla sosta selvaggia, poichè, "in centro ci sono 7mila esercizi commerciali e appena 221 piazzole di sosta, mentre invece – fa sapere il portavoce Simonpaolo Buongiardinone servono almeno il doppio, o il problema della doppia fila diventa automatico, ogni negozio ha 3-4 rifornimenti al giorno".

Meno conciliante Giorgio Montingelli, delegato per il territorio dell'Unione: "Quando la sosta in doppia fila ostruisce il traffico è giusto sanzionare ma senza che diventi vessatoria. Il commercio muove il Pil della città, se penalizzano la sosta veloce del cliente che sa già cosa acquistare veniamo danneggiati troppo e la disoccupazione arriva a livelli stratosferici»" La lamentela diventa minaccia quando Montingelli aggiunge: "Muoviamo una parte integrante dell'elettorato, se verremo danneggiati eccessivamente ne trarranno le conseguenze"

La paura di perdere voti non è affare del vice sindaco di ferro.

In un'intervista al Giornale De Corato risponde colpo su colpo sia alle critiche dei commercianti, sia a quelle del Codacons, che aveva accolto con ironia la sperimentazione delle telecamere contro i furbetti della doppia fila: "Chiediamo anche la radiografia, così oltre a pagare la sanzione si riceve un servizio". A chi gli fa notare che in centro ci vogliono almeno 7 euro per lasciare l'auto un'ora, De Corato risponde laconico: "I commercianti facciano delle convenzioni per i clienti"

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche