×

Santa Giulia, arrestati l'imprenditore Giuseppe Grossi e Rosanna Gariboldi per riciclaggio, frode e appropriazione indebita

Condividi su Facebook

Nuovi fermi e arresti nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Milano sulla bonifica dell'ex-area industriale Montecity-Santa Giulia (fonte immagine). Tra gli arrestati ci sono nomi illustri come l'imprenditore Giuseppe Grossi (a capo della Sadi, impresa di bonifiche ambientali per aree ex industriali), e Rosanna Gariboldi, assessore provinciale a Pavia e moglie di Giancarlo Abelli, parlamentare Pdl.

Arrestati anche tre collaboratori di Grossi.

Il primo è stato accusato di appropriazione indebita e frode fiscale, mentre la seconda di riciclaggio. Come spiega il Corriere Rosanna Gariboldi è accusata di aver ricevuto soldi da conti esteri a Montecarlo "schermati" di Grossi.

Gli inquirenti nei mesi scorsi avevano trovato un conto corrente a Montecarlo dal quale, nel luglio del 2007, era partito un bonifico su un deposito svizzero gestito da un fiduciario di Grossi per 500.000 euro.

Poi in due tranche, nel marzo e nell'ottobre del 2008, erano arrivati complessivamente 632.000 euro da conti esteri "schermati" (che per l'accusa facevano riferimento a Grossi) sul conto di Montecarlo.

Nel febbraio scorso erano stati stato arrestati l'avvocato svizzero Fabrizio Pessina e due ex finanzieri, accusati di aver creato fondi neri gonfiando i costi di bonifica dell'area come aggiunge il Corriere. Ben 22 milioni di euro sovrafatturati.

L'indagine era partita dopo la richiesta di assistenza da parte dell'autorità giudiziaria tedesca che aveva indagato sei persone in relazione a operazioni di smaltimento di rifiuti speciali provenienti, in particolare, dall'ex area industriale Montecity-Rogoredo.

Nei documenti si leggeva:

"la sovrafatturazione dei costi di bonifica risulta comprovata dalla presenza di numerosi contratti di consulenza, intermediazione, procacciamento di clienti, apparentemente funzionali alle operazioni di trasporto, stoccaggio e smaltimento dei rifiuti prodotti (…), che prevedono la remunerazione, effettivamente avvenuta, di prestazioni non volute"

La Guardia di Finanza ha eseguito anche altri due fermi. Silvia Ferretto, consigliere regionale, ha commentato la vicenda su Affaritaliani.

"Non voglio entrare nel merito della vicenda giudiziaria dell'ex Montecity-Santa Giulia anche se ritengo utile ricordare che già nel 1996 avevo presentato un'interrogazione su questa vicenda e richiesto l'intervento della Corte dei Conti sulla questione Sisas, nella quale l'unico interesse tutelato sembrava essere quello privato.

Quello che, ancora una volta, preoccupa ed inquieta è la totale mancanza di trasparenza sulla questione bonifiche"

Guido Podestà, coordinatore Pdl della Lombardia, ha espresso "affettuosa solidarietà" nei confronti della Gariboldi "sicuro che avrà modo di chiarire a breve la propria posizione nei confronti dell’autorità giudiziaria".

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche