×

Intervista esclusiva a Terry Gilliam, regista di "Parnassus", ultimo film di Heath Ledger

Condividi su Facebook

Visionario, onirico e a volte semplicemente surreale: è il ritratto del regista Terry Gilliam, dalla lunga ed eclettica carriera. Dai Monty Python alla regia passando anche per l'animazione Gilliam ha consolidato negli anni uno stile tutto suo, che dà sempre ampio spazio all'immaginazione.

"Quando fai un film è difficile mettere una la firma come quando scrivi un libro o dipingi un quadro" ci racconta il regista alla Fnac di Milano il giorno dopo la presentazione del suo ultimo film "Parnassus – L'uomo che voleva ingannare il diavolo" al Festival del Cinema di Roma (i blogger di Cinefestival e Whymoda lo stanno seguendo per Blogosfere).

Parnassus è il quattordicesimo film di Gilliam e segna l'ultima interpretazione di Heath Ledger, morto per avvelenamento accidentale da farmaci nel gennaio 2008 durante una pausa delle riprese.

E' stato presentato fuori concorso al Festival di Cannes 2009, insieme al primo trailer internazionale.

In seguito alla scomparsa dell'attore australiano il film ha subìto una battuta d'arresto. Mancavano ancora moltissime scene, da girare in studio. In un primo momento la lavorazione sembrava definitivamente sospesa, ma poi si è poi deciso di completare la pellicola sostituendo l'attore nelle scene incomplete.

La trama si è prestata molto per questa soluzione: infatti il personaggio di Ledger, Tony, compie numerosi viaggi attraverso uno specchio.

Al momento dell'attraversamento dello specchio Tony si trasforma rispettivamente in Johnny Depp, Jude Law e Colin Farrell. A giudicare dalla rezione del pubblico di Roma l'espediente si è rivelato davvero geniale.

Qui sotto potete vedere la nostra chiacchierata con Gilliam, che si è divertito molto a giocare con la nostra videocamera. L'intervista è in inglese: si parlerà degli spettatori del Festival di Roma, del rapporto del regista con l'Italia (ha una casa in Umbria) e del suo modo di fare cinema.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche