×

In Stazione Centrale dopo 30 anni chiude il rifugio dei senzatetto di Fratel Ettore

Condividi su Facebook

Sarà un compleanno triste quello del trentennale del rifugio di fratel Ettore, come scriveIlGiornale. Lo storico centro di accoglienza per poveri e senzatetto in via Sammartini, presso la Stazione Centrale rischia di chiudere.

Dal Rifugio comunicano che

"Lo stato dei locali, la mancanza di acqua, l'umidità eccessiva ci costringono a trasferirci.

I nostri carissimi amici ci troveranno al Villaggio della misericordia, in via Assietta 32 – zona Affori- splendida e verde comunità che 'Opera fratel Ettore ha in comodato con la Provincia"

E aggiungono:

"Non piangiamo, siamo felici lo stesso. Però se qualcuno ci ristruttura il Rifugio e le Ferrovie ci rinnovano il comodato potremmo esserlo molto di più, perché la nostra felicità aumenta in proporzione al numero dei figli di Dio che togliamo dalla strada"

Questa domenica a Casa Betania di Seveso ci saranno incontri, dibattiti e spettacoli per celebrare la ricorrenza.

Anche se il rifugio, che aiuta dal 1979 i senzatetto e le persone che hanno bisogno, come segnala Affaritaliani è chiuso da prima dell'estate.

Sorella Teresa Martino, sua erede alla guida della comunità, ha sottolineato che il rifugio offriva "ottanta posti letto, che potevano più che raddoppiare nelle emergenze freddo".

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche