×

Beppe Grillo al teatro Smeraldo fonda il Movimento di Liberazione Nazionale, i blog "scendono in campo"

Condividi su Facebook

Beppe Grillo scende in campo e sfida la politica dal palco del teatro Smeraldo di Milano. Il comizio-show di fondazione del Movimento di Liberazione Nazionale, erede delle liste civiche"a 5 stelle", è tutto esaurito da settimane.

All'esterno del teatro si è creata una lunga coda, sono stati solo 2mila i fortunati ammessi ad entrare (lo spettacolo è in diretta sia sul blog di Grillo che su quello di Di Pietro).

Tra il pubblico anche Claudia Mori e Adriano Celentano, milanese doc che non ha mai smesso di farsi sentire: ricordiamo ad esempio i suoi appelli contro la "colata di cemento"

E proprio di cemento e inquinamento parla Grillo:

"Arrivando a Milano non vedo altro che parcheggi e cemento. Anche qui davanti ce n'e' uno. E mentre fanno posteggi e parlano di futuro ogni anno a Milano 500mila persone sono ricoverate e 500 muoiono per l'inquinamento"

Fortissime accuse anche per sindaco e presidente della Regione:

"Il 70 per cento del Pil della Lombardia e legato alla sanità, se un giorno la malattia fosse sconfitta cosa farebbe Formigoni? E poi il sindaco, eletta con i soldi del marito.

Cosa fa? Recita al Dal Verme mentre un liceo serale storico chiude e tante persone perdono la possibilità di studiare"

Il leader dell'Italia dei Valori Antonio Di Pietro, elogiato nel discorso del blogger, accusa il silenzio dei media sulla manifestazione:

"Oggi ci sarà un'altra manifestazione importante, che sta passando nel silenzio del regime, che non ha avuto trenta giorni di prime pagine di Repubblica, ma che son certo sarà seguita da migliaia di cittadini: la presentazione del Movimento a 5 Stelle di Beppe Grillo allo Smeraldo di Milano.

Anche di questo evento trasmetterò la diretta streaming oggi alle 15.00 dal mio blog, ed anche di questo importante fatto politico spero che domani l'informazione, che è scesa in piazza per urlare la propria libertà ed indipendenza dal potere, dia il dovuto spazio nei propri servizi lunedì. Altrimenti in Piazza del Popolo ieri si è celebrata la festa di una delle tante lobby dell'informazione. Auguri Beppe"

Sono sette i punti chiave della nuova (anti)politica di Grillo: istruzione, energia, Stato e cittadini, informazione, economia e trasporti.

Il comico genovese ha spiegato che

"Siamo un movimento che già c'è. Quello di oggi è il parto di una lunga gestazione iniziata nel gennaio del 2005. La nostra forza è che non capiscono cosa facciamo, ma diamo fastidio a tutti. È la rete. Io ho messo la faccia e la mia vita. Noi siamo indistruttibili"

Ospiti del convegno la giornalista tedesca Petra Reski, autrice di "Santa Mafia" (un libro in cui si raccontano le vie della malavita dall'Italia alla Germania dopo la Strage di Duisburg come spiega Clandestinoweb), don Paolo Farinella, prete che con una lettera inviata al cardinale Angelo Bagnasco aveva apertamente criticato la posizione della Chiesa nei confronti della vicenda Berlusconi, e in ultimo ci sarà un collegamento video con il leader del Partito Pirata svedese, Rickard Falkvinge.

Proprio al suo partito Grillo intende ispirarsi: non ci saranno delegati, congressi nè strutture organizzative. Dopo la fondazione del Movimento Grillo deciderà come verranno selezionati i candidati.

Intanto ha anticipato a Gianni Barbacetto in un'intervista su Il Fatto Quotidiano:

"Le grandi cose nascono sempre piccole, da poche persone che trasformano la realtà. Portare un cittadino, incensurato, di trent’anni, in piazza e poi farlo eleggere nella sua città con liste che hanno preso dal 4 al 10 per cento dei voti – senza mezzi, senza soldi, senza sostegno dei media, senza dietro un partito – è stato il più straordinario successo nella storia della politica italiana"

Molte anche le critiche alla manifestazione nazionale di ieri per la libertà di stampa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche