×

In Piazza Mercanti i cittadini si riuniscono per la libertà di stampa, presente Piero Ricca

Condividi su Facebook

UPDATE! 4 ottobre
Sul blog Albertocane trovate alcune immagini. Altre foto sono apparse anche su Facebook del gruppo degli organizzatori. Leggiamo inoltre sempre sulla pagina Facebook che c'è stato un errore nell'attribuzione del presidio a "Qui Milano Libera": l'organizzatrice fa sapere che

"L'unico neo è che al tg abbiano detto che chi ha organizzato il presidio è stato 'Qui Milano Libera', gruppo di Piero Ricca.

Il presidio è stato organizzato da noi cittadini milanesi, 1000 in piazza col solo nome di "Milano difende la libera informazione". Un ringraziamento all'intervento e alla voce di Piero Ricca, il quale ha gestito le due ore in un modo splendido senza mai far scendere l'interesse dei partecipanti, ma ci tengo che l'attribuzione del merito dell'organizzazione vada a chi ha lavorato per tre settimane giorno e notte, questo per correttezza, senza nulla togliere a Piero e al suo gruppo".

Erano 1500 persone secondo i promotori coloro che si sono ritrovati questo pomeriggio al presidio per la libertà di informazione, nato da un tam tam su Facebook di un gruppo di cittadini (come leggiamo sulla pagina Facebook del gruppo promotore).

Il primo a parlare è stato il blogger Piero Ricca che si è scagliato contro "il fattore di imbarbarimento che è la concentrazione di potere mediatico nelle mani del premier Berlusconi" come riporta Repubblica.

Appuntamento in via Mercanti questo pomeriggio, dove le persone hanno manifestato sventolando alcune bandiere di partiti dell'opposizione e mostrando numerosi cartelli che invocano maggiore libertà di informazione (foto Repubblica).

Ricca ha spiegato:

"Non è una lotta di partito, ma la difesa di un diritto di tutti, anche di chi non sente questo problema perchè interi pezzi di realtà vengono ignorati perchè scomodi al manovratore e perchè si tende a escludere le voci di critica"

In seguito è stato lasciato a disposizione il microfono per chiunque volesse intervenire.

L'ideatrice dell'iniziativa, Michela Zuliani, ha tenuto a sottolineare che "il presidio è a sostegno e non contro o alternativo alla manifestazione che si sta tenendo, non a caso contemporaneamente a Roma".
0 Post correlati Seveso, per evitare le esondazioni servono nuove misure: ma i progetti sono fermi “No Gelmini Day”, le foto del corteo di Milano: danneggiata la vetrina di una banca Enrico De Alessandri si incatena davanti al Pirellone per protestare contro il potere di Comunione e Liberazione Ruby Rubacuori al Karma, insulti dalle coetanee e cori volgari dai ragazzi: le foto “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche