×

Vaccino per influenza A e stagionale, è caos tra le direttive del ministero e quelle della Regione

Condividi su Facebook

La nuova ordinanza, firmata dal viceministro alla Salute, in merito alla campagna di vaccinazione contro il virus H1N1 contrasta con il piano diffuso due settimane fa dalla Regione Lombardia.

Ferruccio Fazio infatti specifica che sarà possibile vaccinarsi contemporaneamente sia per l'influenza A che per quella stagionale, purché non si utilizzi lo stesso braccio.

Il Pirellone invece aveva raccomandato di far trascorrere un mese tra una dose e l'altra. Le categorie a rischio avrebbero inoltre dovuto anteporre di almeno quattro settimane il vaccino per l'influenza stagionale come ricorda Repubblica.

Carlo Lucchina, direttore generale dell'assessorato regionale alla Sanità, fa sapere:

"Ci adegueremo, è una valutazione scientifica di pochi giorni fa, non potevamo conoscerla"

L' assessore alla Sanità, Luciano Bresciani, ha aggiunto:

"E' normale che in questa fase le indicazioni siano fluttuanti, la scienza è dinamica"

Vito Pappalepore, segretario della Fimmg sindacato dei medici di famiglia, lamenta però che "a medici e pazienti le informazioni arrivano troppo in ritardo, la gente non sa cosa fare".

Bisogna correggere le lettere d'invito a vaccinarsi da spedire a circa 1,4 milioni di lombardi tra i 6 e i 65 anni con malattie croniche, addetti ai servizi essenziali e personale di pubblica utilità. Anche perchè restano ancora dubbi sulla data di partenza della vaccinazione.

Fazio ha detto che si dovrebbe partire dal 15 ottobre, mentre poco dopo ha posticipato al 1 novembre. Bresciani annuncia che il vaccino sarà consegnato "tra la fine di ottobre e la metà di novembre".

E' stato intanto messo a punto il piano anti-pandemico, in tre fasi: le prime dosi del vaccino saranno somministrate al personale sanitario e della protezione civile, poi ci sarà la somministrazione alle categorie a rischio, malati cardiovascolari, polmonari e tumorali oltre alle donne incinte dopo il terzo mese. Per la terza fase si attenderà.

I vaccini per l´influenza stagionale sono invece già pronti: sono circa 200mila quelli ordinati a Milano destinati gratuitamente solo agli over 65.

La somministrazione slitta a lunedì prossimo e se ne occuperanno i medici di famiglia. Dal 12 saranno affiancati dal personale di una decina di ambulatori temporanei dove si potrà vaccinarsi fino al 6 novembre.

Gli under 65 invece da lunedì potranno trovare il vaccino in farmacia a un costo di circa dieci euro spiega Repubblica.
0 Post correlati Lavori pubblici, al via ad aprile il cantiere per la corsia preferenziale per la linea 92 Stop al traffico anche domenica 6 febbraio, inascoltate le proteste dei commercianti A Milano scoperti due viados sieropositivi in via Ferrante Aporti, si temono contagi Bruzzano, pendolari esasperati “prendono in ostaggio” un treno per arrivare a Milano “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche