×

Nasce una società unica per il trasporto ferroviario in Lombardia: entro fine anno 174 nuovi treni per i pendolari

Condividi su Facebook

Per cercare di risolvere gli eterni problemi che affliggono i pendolari è nata una nuova società di gestione del traffico ferroviario, "Trenitalia&LeNord". Sarà composta dal 50% delle Ferrovie Nord e dal 50% di Trenitalia. Come annuncia Repubblica si tratta di una novità assoluta nel panorama nazionale.

Non sarà una fusione: le Nord continueranno a esistere mantenendo intatta l'attuale struttura societaria. Per un anno le Nord affitteranno alle ferrovie lombarde le attività legate al trasporto pubblico locale. Così Trenitalia risparmierebbe 25 milioni di euro l'anno in ammortamenti come spiega Repubblica.

Formigoni aveva anticipato:

"Daremo vita a un nuovo strumento organizzativo: non a una 'new company', come ho letto sui giornali, perché io preferisco definirlo con il termine latino della reductio a unum di Ferrovie dello Stato e Ferrovie Nord in Lombardia"

Anche l'assessore alle Infrastrutture Cattaneo aveva preannunciato il 24 luglio 40 milioni di investimenti nel biennio 2009-2010 per aumentare le corse dei treni regionali, l'apertura di nuove stazioni e il rafforzamento dei collegamenti aeroportuali.

Quindi i 500mila pendolari della Lombardia avranno da settembre più servizi, più treni nuovi, più puntualità, più corse e più qualità. Grazie all'accordo saranno offerte 43 nuove corse settimanali destinate ai pendolari, 10 nuove corse da ottobre e altre 110 da dicembre, per un totale di 174 nuove corse.

La Regione finanzierà il progetto destinando 110 milioni di euro all'anno come investimento destinato al trasporto ferroviario regionale. Ci sarà anche un contributo del Governo di 25 milioni di euro all'anno per i prossimi tre anni.

Fra un anno ci sarà una verifica e un potenziamento dei servizi offerti. Se saranno raggiunti gli obiettivi, come spiegato su IlGiorno

si passerà al conferimento dei due rami d’azienda alla nuova società, che assumerà la piena titolarità dei contratti di servizio. La nuova società disporrà dal 2010 di 375 milioni annui di risorse per garantire il trasporto ferroviario in Lombardia

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche