×

Via libera all'isola pedonale di Brera dopo lo stop: dal 2010 piste ciclabili e chiusura alle auto

Condividi su Facebook

Solo qualche giorno fa la proposta per la pedonalizzazione di Brera dell'assessore Edoardo Croci era saltata perchè "non è una priorità". La pedonalizzazione di Brera è un punto fondamentale nel progetto della pista ciclabile Duomo-Porta Nuova.

Ieri mattina invece c'è stato il via libe­ra del piano di riqualificazione del quartiere, dopo un sopralluogo di assessori (Edoardo Croci e Giovanni Terzi), funzio­nari di Letizia Moratti, com­mercianti dell'area della Pinaco­teca e dell’Accademia, arti­giani e artisti (fonte immagine).

"C'è la condivisione generale sul progetto di area pedonale da valorizzare"

In soldoni come spiega il Corriere l'isola pedo­nale esistente (Fiori Chiari, Madonnina e piazza del Carmi­ne) sarà allargata fino all'ultimo tratto trafficato di via Brera e a via Fiori Oscuri. Per ora niente area pedonale nelle vie Ciovas­so e Ciovassino.

La delibera ormai sarà porta­ta in giunta a inizio settembre, saranno aperti i can­tieri e saranno divisi in lotti a partire dal 2010.

Dal 2010 Brera sarà completamente senz'auto.

Leti­zia Moratti mercoledì dopo lo stop iniziale ha ripreso in meno la questione insieme agli assessori competenti. Edoardo Croci ha spiegato che:

"C'è convergen­za assoluta in giunta, non vedo più ostacoli, la strada è spiana­ta. La progettazione dell'isola di Brera parte in autunno"

Giovanni Terzi ha aggiunto:

"L'amministrazio­ne tiene molto al tema delle pe­donalizzazioni e delle piste ci­clabili. Questo è un progetto im­portante"

L'Unione del com­mercio è positiva:

"La chiusura al traffico e la riqualificazione faranno be­ne a residenti e negozianti"

Si uniscono al coro dei sì la soprinten­dente della Pinacoteca, Sandri­na Bandera e gli Amici di Bre­ra.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche