×

Milano, arrestato l’attore comico che interpreta Billy ballo: è accusato di molestie

Condividi su Facebook

Si sono conosciuti sulla “piazza” più frequentata dai giovani: Facebook.

Lui ha il volto di un attore comico emergente, che apparaiva in rete con lo psudonimo di “Neuron”, lei quella di una 13enne che ha preso una sbandata per quell’uomo di 20 anni più vecchio di lei.

Si conoscono attraverso il “social network”, cone si definisce Facebook, e presto lui riesce a incontrarla e ad avere un rapporto sessuale con lei.

La storia è stata scoperta e denunciata dalla madre della minorenne agli agenti della squadra Mobile di Milano che hanno stretto le manette ai polsi di Alessio Saro, 33 anni, attore comico noto come ‘Billy Ballo” protagonista di un videoclip con l’attore- regista Marcello Macchia (Maccio Capatonda).

Nell’aprile scorso i due si conoscono, attraverso la Rete. Lui è consapevole dell’età della ragazzina, eppure, non smette di frequentarla. Basta una bugia, fingere di dormire a casa di un’amica per non insospettire la madre, per passare la notte nell’appartamento dell’uomo, a Sesto San Giovanni.

Secondo la ricostruzione dei fatti gli investigatori i due si diedero appuntamento la notte tra il 6 e il 7 aprile scorso, quando la giovane aveva chiesto alla madre il permesso di rimanere a dormire a

casa di un’amica al termine di una festa tra coetanei.

Durante quell’incontro l’uomo abuso’
sessualmente della minore, che rientro’ a casa l’indomani mattina senza raccontare nulla ai genitori.

A quell’appuntamento ne seguì un secondo, che soltanto grazie all’intervento della madre della giovane non si concluse come il primo. Insospettita, la donna aveva fatto diverse ricerche su internet e scoperto il rapporto tra i due.

Di qui la querela alla squadra mobile della polizia, che dopo attente indagini ha eseguito l’ordinanza emessa dal gip su richiesta della dottoressa Ada Mazzarelli.

Saro, pienamente consapevole dell’eta’ di Carla, rischia ora fino a 10 anni di carcere. Dopo aver intuito di essere sotto osservazione, aveva infatti convinto Carla a mentire sul loro rapporto. “Racconta alla polizia di avermi di detto di essere maggiorenne”, le aveva consigliato. Lei aveva eseguito, aggiungendo, durante l’audizione protetta, di aver gia’ avuto rapporti con un giovane di 16 anni e di aver soltanto baciato l’attore.

Ma le intercettazioni telefoniche e la documentazione raccolta dalla madre della vittima via Facebook, comprensiva di messaggi e allusioni sessuali scambiate fra i due, hanno incastrato il 33enne.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche