×

Drammi familiari: due omicidi e tentati suicidi nel milanese, a Truccazzano e Vanzago

Condividi su Facebook

Due drammi familiari nel giro di pochi giorni nel milanese. Stamattina l'ultimo a Truccazzano, dove un uomo di 71 anni, Palmiro Alloni, ha ucciso sua moglie, Caterina Giupponi, di 72 anni. La donna è stata trovata morta con una profonda ferita al collo nella sua abitazione e il marito dopo il suo gesto ha cercato di togliersi la vita.

L'uomo avrebbe aggredito la moglie quando era ancora a letto con un colpo di martello in testa e poi l'ha finita sgozzandola. Ha cercato di suicidarsi tentando di tagliarsi la gola.

La tragedia è stata scoperta da una dei tre figli della coppia che nella solita visita mattutina prima di andare al lavoro ha trovato i genitori in un lago di sangue. L'anziano è stato ricoverato in gravi condizioni all'ospedale San Raffaele, ma non si capiscono i motivi del suo gesto, visto che i coniugi non erano malati.

Invece a Vanzago, nell'hinterland Ovest, si è consumato un'altra tragedia: una badante di soli 25 anni, Veronica, che veniva dall'Ecuador, è stata trovata ieri mattina con la gola squarciata e diverse ferite sul corpo.

Sembra certo che ad ucciderla sia stato il suo ex fidanzato 30enne, anche lui dell'Ecuador. Da quando la ragazza aveva interrotto la loro relazione lui la perseguitava ed è stato trovato gravemente ferito nel giardinetto condominiale della casa della ragazza.

Non si sa se si sia ferito durante un litigio o se abbia cercato di uccidersi.

L'uomo è stato portato in gravi condizioni all'ospedale Niguarda e si trova in prognosi riservata dopo essere stato operato. Ovviamente i Carabinieri lo stanno piantonando.
0 Post correlati Stazione Centrale, attive le tende riscaldate della Protezione civile per i senzatetto Studenti contro il Governo e il Ddl Gelmini, caos anche a Milano: le foto del corteo Scandalo Santa Giulia, niente patteggiamento per Giuseppe Grossi ‘per colpa’ di 50 Rolex Anniversario di Piazza Fontana, contestati Moratti e Podestà: foto del corteo “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche