×

C'è l'identikit per il killer del parco che ha ucciso Pasqualina Labarbuta su una panchina

Condividi su Facebook

C'è un identikit per l'uomo che ha ucciso Pasqualina Labarbuta, la custode colpita da una coltellata al cuore sulla panchina di un parco. L'immagine è stata elaborata grazie alla testimonianza dell'unica donna che ha incrociato il killer nel parco prima dell'omicidio, infatti subito dopo ha sentito un urlo, si è girata e ha visto la vittima riversa sulla panchina e l'uomo gettare il coltello e scappare.

Sarebbe un uomo sui 35 anni, alto 170 cm, di carnagione olivastra, capelli corti scuri, occhi scuri e di corporatura robusta. Il killer ha aggredito la custode rapidamente, senza una lite, con un coltello a serramanico di marca sarda lungo 9 centimetri che le ha trapassato il cuore da parte a parte (foto Cronacaqui).

Non sembra che la coltellata sia stata vibrata con particolare forza, per cui si pensa che, come spiegano gli inquirenti, l'uomo non fosse lì per uccidere ma per "fare altro"(ovvero una rapina o una molestia), e che la vittima si sia mossa bruscamente "impattando contro il coltello che le era stato puntato a mo' di minaccia contro il petto".

Si esclude il gesto di un folle passato lì per caso.

La donna si sarebbe alzata di scatto visto che era probabilmente seduta sulla panchina col sole negli occhi.

Gli uomini della squadra mobile hanno cercato in tutte le conoscenze della vittima alla ricerca di qualcuno che potesse avercela con lei (motivi passionali o di lavoro), ma non hanno trovato nulla.

La vittima lascia tre bambini (una bambina di 8 anni e due bambini di 11 e 13 anni) avuti da un compagno dal quale si era separata tre anni fa.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche