×

Donna trovata cadavere in un'auto in viale Sarca, è giallo sul suo omicidio

Condividi su Facebook

UPDATE! h. 14.00
La vittima si chiamava Maria Teresa Procacci, era una vedova benestante e abitava in via Venini. Sarebbe dovuta partire intorno a mezzogiorno per un soggiorno di villeggiatura in Toscana e avrebbe dovuto portare con sé il suo carlino che non è stato trovato.

Potrebbe essere stata uccisa proprio nell'auto visti gli schizzi di sangue ma l'omicidio potrebbe essere avvenuto altrove. Gli inquirenti stanno ascoltando l'ex compagno 57enne della donna. La loro relazione si era conclusa nell'estate scorsa. Escluso tra i moventi la rapina visto che nell'abitazione della donna sono state trovate la borsetta con contanti e cellulare.

Un passante di viale Sarca ieri sera ha visto che c'era qualcosa che non andava: in un'auto parcheggiata a lato della strada si vedeva una donna, con un braccio ti­rato sulla spalla, a coprire la faccia, una mano livida e molto sangue sulla canottiera bian­ca, l'unica cosa indossava.

La donna aveva sangue anche sul collo (foto IlGiorno).

Ed è scattato l'allarme: il cadavere (i medici dell'ambulanza che sono intervenuti hanno solo potuto constatare il decesso) era steso tra i due sedili davanti di una Hyundai blu, riverso verso il sedile del passeggero.

Dovrebbe trattarsi di una donna di 69 anni (forse la stessa proprietaria dell'auto che si era allontanata da casa due giorni fa) che è sta­ta uccisa.

Il lavoro delle Volanti e della Squadra mobi­le della polizia è stato reso difficile dalla pioggia incessante che ha colpito la città.

La scientifica ha dovu­to montare una specie di gaze­bo protettivo sull'auto per fare i rilievi.

Le analisi saranno fondamen­tali per provare a capirci qualcosa. Intanto si è capito che la causa della morte è una profonda ferita alla testa dovuta forse a un corpo contundente. Ha anche alcuni denti spaccati, come se fosse stata vittima di un feroce pestaggio.

E' giallo: gli investigatori dovranno capi­re se l'aggressione possa ave­re un movente sessuale e se sì in che modo.

Ma soprattutto gli inquirenti dovranno trovare tracce di chi è stato in compa­gnia della vittima, se una compagnia occasionale che l'ha uccisa o una persona che conosceva da tempo.

Cosa ancora più importante bisogna capire chi ha guidato e parcheggiato l'auto fino a viale Sarca (in direzione di Sesto San Giovanni), e perchè l'ha parcheggiata lì, in una strada di scorrimento.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche