×

Discoteche estive a rischio se non si metteranno a norma, firmato un accordo con Comune e Arpa

Condividi su Facebook

Ai soliti problemi della movida va ad aggiungersi una nuova cattiva notizia: alcune discoteche estive quest'anno non potranno aprire. E' stato fatto un accordo fra locali, Comune e Arpa che ha fissato un nuovo criterio che non farà aprire i locali che non rientrano in una soglia prestabilita di decibel.

Sono sei le discoteche in città coinvolte come segnala Repubblica: non apriranno la Capanna dello Zio Tom, il Qin Club, lo Shanghai Garden, il Sio Café e il Just Cavalli al Parco Sempione dato che non ha ancora allestito i nuovi impianti.

Le discoteche all'aperto saranno sempre meno rispetto a pochi anni fa. E per colpa della crisi si ritarda anche l'apertura, che slitta a maggio.

L'assessore all'Ambiente, Edoardo Croci, spiega

"Dopo le proteste degli scorsi anni da parte degli abitanti abbiamo deciso di dare una regola certa per prevenire il caos di notte.

L'intervento va nella direzione indicata dal sindaco: dialogare con tutti per mettere d'accordo popolo della notte e residenti"

Fra le 22 e le 6 la soglia acustica rilevata nell'abitazione più vicina non deve sforare di oltre 3 decibel quella che si registrerebbe se la discoteca non ci fosse.

Un bel problema, quindi per riaprire bisognerà correre ai ripari con strumenti come il "tetto suono", ovvero una copertura sopra alla pista da ballo che evita la dispersione del suono.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche