×

Pedofilo violentato in carcere, due agenti di custodia condannati al risarcimento

Condividi su Facebook

Sono dure le leggi del carcere. Si sa cosa succede a stupratori e pedofili. A farne le spese un pedofilo che nel 2001 era detenuto nel carcere milanese di San Vittore.

Mentre era agli arresti per violenza sessuale nei confronti di un minore è stato sodomizzato, picchiato e minacciato da altri carcerati.

I due compagni di cella lo avevano costretto a ingerire una sostanza nauseante e l'uomo si sentì male come racconta il Corriere. Ha provato a chiedere aiuto all'agente che piantonava la cella, ma lui non gli diede retta.

Il detenuto venne anche picchiato da altre persone con una caffettiera e il mattino dopo un altro agente si rifiutò di accompagnarlo in infermeria, nonostante avesse diversi ematomi sul viso. Gli rispose solo un "sono affari vostri".

A voi ogni giudizio, ma la legge ragiona diversamente: i due agenti della polizia penitenziaria sono stati condannati in primo grado, assolti in appello e la Cassazione aveva annullato la sentenza di secondo grado.

Il giudice civile ha deciso sul risarcimento, stimato intorno ai 100 mila euro.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche