×

Donna aggredita e stuprata in pieno giorno nei giardini di via Palestro

Condividi su Facebook

Una donna di 30 anni, di Milano, sarebbe stata ag­gredita alle otto di mattina di giovedì al­l'interno dei giardini di via Pa­lestro, in porta Venezia. L'allarme è stato fatto scattare subito dal titolare di un bar, in cui lei si era rifugiata per ottenere soccorso.

Tremava, piangeva e aveva i pantalo­ni leggermente abbassati come spiega il Corriere.

"Aiutatemi, datemi una mano, mi hanno violentata"

I carabinieri sono arrivati, hanno soccorso e hanno accompagna­to la vittima dello stupro alla Mangiagalli, hanno raccolto la sua denun­cia.

Per lo shock la donna ha rimosso molti dettagli della vicenda e non ha mai smesso di piangere. Ha passato l'intera giornata in stato confusionale, nonostante le visite di parenti e amici (foto lycia miszkie).

"Ho attraversato il parco perché dovevo sbrigare alcu­ne commissioni. All'improv­viso mi sono sentita afferrare alle spalle. Stringere fino a far­mi mancare il fiato. Quell'uo­mo mi ha graffiato il petto. Ho sentito dolore, ma ero co­me paralizzata e sono svenu­ta"

Ieri mattina pioveva e quando la ragazza ha ripreso conoscenza aveva i pan­taloni in parte abbassati e aveva sul cor­po diversi graffi e alcuni tagli superficiali sul petto, sulle braccia e sulla pancia, che sono com­patibili con una lametta o un con un punteruolo.

Toccherà agli inquirenti cercare di ricostruire l'accaduto: il referto dei medici della clinica Man­giagalli darà la certezza di una violenza sessuale.

Ma nonostante questo resta una nota inquietante: nonostante il maltempo il parco era discretamente illu­minato e c'era anche qualche temerario che faceva lo stesso jogging, se non qualcuno in giro con il cane.

Possibile che alle 8 del mattino nessuno abbia visto nè sentito nulla?

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche