×

Milano alle 11 si unisce al lutto per i morti del terremoto in Abruzzo, la Moratti invita a cinque minuti di silenzio

Condividi su Facebook

Alle 11 di oggi, quando inizieranno a l'Aquila i funerali di Stato per le vittime del terremoto che lunedì scorso ha colpito l'Abruzzo, il sindaco di Milano ha invitato i cittadini a fermarsi per cinque minuti (foto Repubblica).

"cinque minuti di silenzio e di sospensione delle attività, dalle 11 alle 11.05"

La Moratti ha anche scritto una lettera al sindaco dell'Aquila, Massimo Cialente, come riporta il Corriere

"Milano vi è vicina e sostiene la vostra voglia di rinascere, di riprendere a vivere.

Il vostro dolore oggi è anche il nostro. Oggi siamo con voi nella sofferenza, ma saremo con voi anche domani nell'impegno tenace e coraggioso per risorgere. Domani i minuti di raccoglimento dell'intera città saranno il simbolo della nostra solidarietà, del nostro affetto, del nostro abbraccio"

I funerali solenni per le vittime saranno nel grande piazzale della caserma della Guardia di Finanza di Coppito, alla periferia de L'Aquila. Presenti le più alte cariche dello Stato: dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il premier Silvio Berlusconi, i presidenti di Senato e Camera Renato Schifani e Gianfranco Fini.

Ci saranno anche il segretario del Pd Dario Franceschini insieme a Franco Marini e a Piero Fassino. Saracinesche abbassate per molti negozi, niente sport, immagini listate a lutto sui social network, messaggi di cordoglio su diversi siti e silenzio rispettoso su tantissimi blog.

Su IlGiorno ci sono i racconti dei volontari partiti dalla Lombardia, insieme a tantissimi aiuti. Gli 11 volontari della protezione civile del Sud Est Milanese sono accorsi per primi per dare una mano agli sfollati, 10 uomini e una donna provenienti da Peschiera, San Giuliano e Cerro al Lambro.

Guida la squadra è Riccardo Pastorelli, che racconta da Bazzano

"Ci siamo trovati davanti a una situazione disastrosa i paesi sono abbandonati, le case distrutte e le persone sono disperate. In queste prime ore di lavoro, abbiamo allestito un campo di accoglienza per 500 sfollati. Tra loro ci sono bambini, famiglie e anziani che vivono questa tragedia con grande difficoltà"
 
E ha sottolineato

"Mi ha colpito la voglia di reagire della gente attendono che la situazione si stabilizzi per ricominciare la propria vita.

Certo, la paura di non farcela è forte"

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche