×

Sgomberata la baraccopoli sotto il cavalcavia Bacula, ma la diocesi invita all'aiuto dei rom

Condividi su Facebook

Questa mattina è stata smantellata la baraccopoli abusiva che era sorta sotto il cavalcavia Bacula e 70 rom romeni sono stati allontanati (circa 140 trovavano lì riparo per la notte). Gli abitanti hanno rifiutato il ricovero negli alloggi del Comune e solo una famiglia ha chiesto l'aiuto ai Servizi Sociali (fotoCorriere).

L'area sarà recintata in modo da evitare una futura rioccupazione. Poi si passerà all'ex Marchiondi. Il Corriere fa un bilancio degli sgomberi degli ultimi due anni: ne sono stati effettuati sette. Il vicesindaco De Corato ringrazia gli agenti della Polizia Municipale, della Polizia di Stato e dei Carabinieri

"Con lo smantellamento di questa baraccopoli abbiamo posto fine a una delle ultime occupazioni abusive ancora consistenti, che comportava una grave situazione di degrado e di pericolo"

Solo ieri il ministro dell'Interno Maroni aveva parlato di "Milano come modello di integrazione"

"Questa città può diventare un esempio da esportare nel resto d'Italia […] Si smantellano le baraccopoli abusive, quindi si costruiscono campi attrezzati a autorizzati […] Noi abbiamo messo a disposizione del prefetto di Milano, Gian Valerio Lombardi, dieci milioni di euro affinché, siglando un protocollo con Milano e gli altri Comuni coinvolti, si smantellino tutti i campi rom abusivi e si creino nuove strutture attrezzate.

Chi le abiterà dovrà pagare luce, acqua e gas come fanno gli altri milanesi. Se ci sarà questo protocollo daremo il denaro, ecco la condizione. Perché noi non facciamo beneficenza. Sono soldi che servono per demolire il degrado dei campi nomadi attuali e realizzare campi attrezzati. Dove? Si deciderà con prefetto e Comune"

L'assessore regionale Davide Boni ha commentato

"Andando avanti di questo passo, sono convinto che parlare di sicurezza e di ripristino della legalità a Milano, non sia più un miraggio ma una realtà concreta, che i cittadini possono, giorno dopo giorno, toccare con mano.

Come avevo personalmente constatato qualche settimana fa, la situazione in via Bacula era realmente insostenibile, tanto che i residenti della zona vivevano barricati nelle proprie case, in una sorta di coprifuoco perenne. Ringrazio pertanto per lo sgombero effettuato, le forze dell’ordine, la Polizia Municipale e lo stesso Vicesindaco di Milano, De Corato"

Ma la Diocesi (Caritas, Casa della Carità, Acli e Padri Somaschi) ha lanciato un appello

"L'esperienza dovrebbe insegnare che se ci limiterà all'azione di forza i rom se ne andranno da questo precario insediamento ma troveranno un altro posto ancora più nascosto, ancora più indecente, ancora più inumano, dove tentare di sopravvivere.

Parte delle persone accampate ha mostrato la volontà di integrarsi. Vanno riconosciuti e incoraggiati i comportamenti civili e virtuosi di chi non delinque"

Altrimenti il problema non farà altro che spostarsi e andrà a "colpire" altre zone.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche