×

Caos metrò verde, continuano i disagi. Atm studia nuove assunzioni per risolvere il problema

Condividi su Facebook

UPDATE! 31 marzo
C'è l'accordo tra sindacati e Atm.

Per fortuna qualcosa si smuove: per lo meno. Si pensa sia un buon segno. Atmsembra correre ai ripari dopo i disagi dei giorni scorsi. Infatti per supplire alle mancanze di organico Atm potrebbe assumere 120 persone (70 macchinisti e 50 persone adibite al personale di stazione).

Ci sono trattative in corso tra Atm e delegati sindacali per  cercare di risolvere per un periodo più o meno lungo i problemi che hanno fatto scattare i nervi ai pendolari la scorsa settimana a Cascina Gobba (foto Flickr di Ambrosiana Pictures).

Ma il segretario territoriale Vincenzo Fanelli avverte

"Se non si arriva all'accordo l'agitazione si estenderà a tutte le linee della metropolitana"

E i pendolari tremano. Anche perchè, se il brutto tempo continua come da due giorni a questa parte, in metrò non solo si accumula un'umidità spaventosa, ma aumentano anche le simpatiche infiltrazioni, che non sono certo un toccasana (su alcune linee "piove" pure).

Rocco Ungaro, segretario Filt-Cgil, spiega a Repubblica che

"Faremo la nostra parte, ma l'importante è che l’azienda capisca che è necessario aprire un dialogo, e che le assunzioni devono essere estese anche alle linee di superficie"

Certo, le nuove assunzioni ipotizzate sono "un passo avanti", ma "non bastano".

Altro punto caldissimo sono le trattative sugli straordinari com spiega sempre Fanelli

"Sui 52 giorni minimi annuali di riposo previsti dal contratto non siamo disposti a trattare.

Sugli eccedenti, la remunerazione per chi ci rinuncia deve alzarsi al 30 per cento dell’ora ordinaria, dal 10 per cento di oggi"

Anche la Cisl vuole impegnarsi per un accordo

"Vogliamo che cessi un tipo di agitazioni che danneggiano non solo noi ma anche chi ogni giorno si serve dei mezzi pubblici"

Ci sono comunque molti altri problemi da risolvere (mancati riposi, aumento dei badonisti, tempi di percorrenza, Ecopass), ma intanto noi pendolari incrociamo le dita.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche