×

Chinatown, rissa tra cinesi in via Paolo Sarpi: un morto e un ferito grave

Condividi su Facebook

UPDATE 15.40: Riportiamo dal Corriere. Si fa strada, alla luce della dinamica, la pista passionale.

La vittima, di circa 30 anni, stava pranzando nella trattoria «Long Chang» di via Paolo Sarpi in compagnia di un amico e delle rispettive fidanzate, tutti cinesi.

Poco dopo le 13 l'aggressore, armato di coltello, è entrato nel locale e ha assalito i due ragazzi. Secondo alcuni testimoni, l'uomo sarebbe l'ex fidanzato di una delle due giovani. La lite è continuata all'esterno: l'aggressore ha colpito prima uno dei due ragazzi, poi l'altro, mentre le ragazze guardavano terrorizzate.

L'ipotesi passionale, ancora al vaglio degli investigatori, emerge da alcune testimonianze di cittadini cinesi e delle due ragazze, per quanto ancora sconvolte.

È presto ora per dire se il movente è squisitamente passionale o se l'uomo aveva altri motivi, come  l'appartenenza a gang diverse, per accanirsi sui connazionali

—————————————————

C'è stata un'aggressione oggi in via Paolo Sarpi all'angolo con via Aleardi, nel quartiere cinese, ma ancora non si sa nulla, se non che un uomo è morto e un altro è rimasto ferito.

Il giovane ferito è stato trasportato in condizioni gravi all'ospedale Fatebenefratelli. Si tratterebbe di due ragazzi cinesi che sono stati aggrediti da connazionali a coltellate.

Forse dietro a tutto c'è una rissa, forse tra appartenenti a gang rivali della giovane mafia cinese.

In via Aleardi sarebbe stato trovato una specie di machete usato nell'aggressione e questo ricollega il fatto a un altro omicidio avvenuto poco tempo fa.

Fuori dalla discoteca Parenthesis infatti era stato ucciso un ragazzo cinese: dieci persone, con la testa coperta dai cappucci delle felpe, erano entrati nel locale di via Gargano armati di coltelli e machete.

Il commando si era diretto subito su Hu Libin, un ragazzo di 22 anni (con piccoli precedenti penali per lesioni e danneggiamenti) che morirà dissanguato prima che arrivi l'ambulanza.

Hu Libin era un capoccia della malavita cinese di Torino e si era reso protagonista di diverse aggressioni con ragazzi provenienti da Brescia, Cuneo, Prato, Mantova, Roma. Ma nel nord Italia già altre volte sono state fatte azioni criminali (uno su tutti il duplice omicidio avvenuto sempre a Chinatown il 27 aprile 2007.

Libin era amico di una delle due vittime di quell'esecuzione).

Forse ci sono dietro lotte per il controllo del territorio, e gang come Yuhu o Daxue.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche