×

Metrò verde nel caos per lo sciopero bianco dei macchinisti, raccontateci la vostra esperienza

Condividi su Facebook

Buongiorno. Sono anche io un'utente della linea verde. Questa confessione stile AA serve da premessa. Uso i mezzi pubblici ogni giorno per venire a Milano e per tornare a casa, rinunciando all'auto per motivi di spesa (l'abbonamento è molto più conveniente della benzina), ecologici, e di salute mentale (per evitare lo "stress da parcheggio").

Ma confesso, in questi giorni sto rimpiangendo la mia utilitaria (foto Flickr di Ambrosiana Pictures).

Leggo sul Corriere di questa mattina le varie testimonianze sui disservizi della metropolitana di questi giorni e ahimè, anche io sono una dei tanti pendolari toccati dal problema. A dire il vero non è una cosa legata solo all'ultimo periodo, ma è già da un po' che bisogna conviverci.

Al mattino prendere la metropolitana verde in alcuni punti "chiave" (Loreto e Lambrate in primis, ma il problema si verifica anche nelle fermate dell'hinterland) può diventare una vera e propria odissea.

Sappiamo che è in corso uno "sciopero bianco" dei macchinisti di Atm per colpa del blocco degli straordinari: i macchinisti in questi giorni stanno applicando alla lettera i regolamenti di servizio. E le corse saltano. Specialmente negli orari di punta.

Le corse che partono dall'hinterland (prendendo anche solo la metro alla fermata di Gorgonzola) sono ridotte a carri bestiame: sono già colme di prima mattina, calde e umide. Se invece si arriva a Lambrate con il treno e poi si scende in metrò da qualche giorno a questa parte non si riesce nemmeno ad accedere alla stazione e a salire sulle carrozze per "sovraffollamento della banchina".

Di riflesso è aumentato il numero di persone che attendono le coincidenze dei treni per Milano Centrale (fermata della verde che almeno fa saltare la straripante Loreto).

Alle 18 la situazione critica si ripresenta, e la pagano soprattutto i pendolari che devono tornare verso Gessate: molti i treni per Gobba e Cologno e pochissimi (e stipati modello sardine) quelli per l'altro capolinea. Si è costretti spesso a tornare a casa più tardi, prendendo il metrò dalle 19 in poi, quando la situazione ritorna sotto controllo.

Cari pendolari, ci interessa molto conoscere il vostro punto di vista, specialmente se utilizzate altre linee per cui raccontateci le vostre testimonianze.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche