×

Milano, parroco morto carbonizzato

Condividi su Facebook

Questa notte è stato rinvenuto a Caponago, paesino a circa venti chilometri da Milano, all’interno della sua auto andata a fuoco, il corpo di Don Silvano Caccia, 55 anni, parroco di Giussano e per anni portavoce dell’arcivescovo Carlo Maria Martini.

L’incendio è stato segnalato da alcuni clienti di un autogrill poco lontano dal luogo dove è stato rinvenuto l’abitacolo.

Le indagini, condotte dalla Polstrada, farebbero pensare ad un incidente: il sacerdote, di rientro dal Trentino, potrebbe aver accidentalmente causato l’incendio, facendo cadere una sigaretta accesa.

Gli inquirenti non escludono altre piste, tra cui un malfunzionamento del vecchio motore a gas dell’auto.

Le indagini sono condotte dalla Polstrada. Al momento gli inquirenti non escludono alcuna pista investigativa: il sacerdote, che stava rientrando da un viaggio in Trentino, potrebbe aver accidentalmente lasciato cadere una sigaretta accesa o l’incendio potrebbe essere stato causato da un malfunzionamento del vecchio motore a gas.

Altre ipotesi ipotesi restano comunque aperte.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche