×

Più sorveglianza alle fermate dei tram

Condividi su Facebook

“I nuovi occhi elettronici saranno una garanzia in più contro malintenzionati e violentatori. E saranno un ottimo strumento per combattere la percezione di insicurezza nelle periferie”. Queste le parole del vicesindaco nonchè assessore alla sicurezza Riccardo De Corato.

Sono circa un centinaio le nuove telecamere che Atm attiverà alle fermate dei tram.

38 si trovano già all’interno delle pensiline dei quartieri periferici. In particolare 5 a Quarto Oggiaro, 8 a Primaticcio, 4 nella zona Niguarda, 4 a Porta Vigentina, 6 al Gratosoglio, 3 al Gallaretese, 2 alla Bovisa, 3 nel Vigentino, 3 alla Barona.

Alcune di queste aree(Gratosoglio, Quarto Oggiaro, Lorenteggio e quartiere Vigentino) sono anche presidiate dai pattugliamenti misti di militari e forze dell’ordine.

Per Palazzo Marino la videosorveglianza è il mezzo migliore per garantire la sicurezza del cittadino.

Oltre a intimorire i malintenzionati e quindi dissuaderli dal compiere reati, l’occhio elettronico è collegato direttamente con la centrale della polizia. In questo modo, gli agenti sanno in tempo reale dove e come intervenire.

Milano è sempre più attenta alla sicurezza della città: Lo dimostrano le 1070 telecamere e le 120 colonnine Sos, sparse per tutto il territorio cittadino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche