×

Più negozi aperti la domenica e orario esteso: la proposta della Regione per combattere la crisi

Condividi su Facebook

Vista la crisi degli ultimi tempi la Regione Lombardia cerca di liberalizzare sempre più il commercio, gravemente penalizzato da qualche tempo a questa parte. Come si è visto in periodo di saldi vendere sta diventando sempre più difficile.

Per cui l'assessore al Commercio, Franco Nicoli Cristiani ha proposto la liberalizzazione dell'apertura domenicale.

Come spiega Repubblica tutti gli esercizi commerciali potrebbero tenere la saracinesca alzata di domenica senza le limitazioni previste dall'attuale normativa lombarda approvata nel novembre del 2007.

La legge regionale infatti consente a tutti i negozi "un plafond garantito annuale di domeniche di apertura. I numeri, a seconda del calendario, possono variare da 20 a 21", incluse la prima domenica di ogni mese, tutte quelle di dicembre, le domeniche dei saldi e altre tre a scelta dei Comuni.

Altre 10 possono essere concesse ai Comuni capoluogo di provincia arrivando quindi a 30 o 31. I Comuni turistici possono arrivare a 52 l'anno, così come i negozi dei centri storici, compreso quello di Milano.

"Stiamo attraversando una crisi economica molto pesante e la grande distribuzione mette in preventivo 3mila 700 esuberi nel 2009. La mia idea contribuisce a sostenere la domanda e sarebbe una deroga alla legge della durata di 12, massimo 18 mesi.

In cambio esigiamo il mantenimento dei livelli occupazionali da parte degli esercenti"

Maggiori beneficiari dell'apertura 7/7 sarebbero i commercianti della grande distribuzione, che spinge per la liberalizzazione.

I commercianti piccoli sono già autorizzati a tenere aperto quando vogliono (di solito lo fanno solo quando i supermercati sono chiusi). Per cui a loro non va tanto bene questa proposta.

La concorrenza sarebbe come spiega la Confcommercio

"La legge ha raggiunto un punto di sintesi molto equilibrato e condiviso, non è il caso di modificarla dopo appena un anno.

La domanda non si incentiva ampliando gli orari, ma aumentando i redditi delle famiglie"

Voi cosa ne pensate?

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche