×

Cox 18: nonostante la rioccupazione è stato respinto il ricorso contro lo sgombero del Comune

Condividi su Facebook

Arriva oggi la sentenza del giudice civile sul ricorso presentato dal centro sociale Cox 18 di via Conchetta a Milano: i militanti chiedevano di tornare in possesso dei locali sgomberati il 22 gennaio scorso. Cosa che comunque loro hanno già fatto venerdì scorso tra l'altro grazie a un tam tam telefonico e via internet.

Nel provvedimento di rigetto, come spiega il Corriere, il giudice osserva che il Comune "non ne aveva la legittimità, dal momento che aveva fatto rilevare di essere estranea allo sgombero. L'avvocatura comunale aveva dichiarato nella scorsa udienza che lo sgombero nasceva da esigenze di pubblica sicurezza che non sono nella disponibilità del Comune di Milano e si è trattato di una operazione condotta da organi di pubblica sicurezza".

E' invece ancora in corso un'altra causa: quella che riguarda l'occupazione dell'immobile.

Nocciolo della questione è se sia scattata o meno l'usucapione.

Per l'assessore Boni la rioccupazione di venerdì si tratta di una provocazione

"Questa ennesima provocazione da parte dei centri sociali che prima pretendono di rientrare in possesso di uno stabile, sul quale non possono rivendicare alcun diritto, e poi lo occupano nuovamente, riafferma la palese volonta' di porsi al di fuori delle norme e della legalita. Una vera e propria dichiarazione di guerra nei confronti delle istituzioni e della stessa città di Milano che conferma l'esigenza di sgomberare qualsiasi stabile occupato abusivamente, evitando di mettere ulteriormente a rischio la sicurezza di tutti i cittadini"

Il giorno dello sgombero c'era stata molta tensione e nel pomeriggio c'era stato un corteo verso Palazzo Marino.

La mobilitazione era continuata nei giorni successivi fino al corteo del 25 gennaio (c'era stata anche una richiesta di danni in seguito ad alcuni episodi spiecevoli avvenuti durante la manifestazione).

Il lunedì successivo amici e militanti del centro si erano trovati in Piazza della Scala per "portare" il Cox a Palazzo Marino ed è stato deciso di presentare un esposto contro lo sgombero, ritenuto illegittimo. Negli ultimi tempi si era mosso anche il regista Gabriele Salvatores per salvare il centro e l'archivio Primo Moroni, annesso ai locali del Conchetta.

Continuano le manifestazioni di solidarietà: il gruppo de Il Teatro degli Orrori terrà un concerto il 26 febbraio, due giorni prima della grande manifestazione nazionale prevista per il 28.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche