×

Ecopass, incentivi e nuovi divieti per i furgoni (inquinanti) che trasportano le merci in città

Condividi su Facebook

Questo Ecopass fa solo venire un gran mal di testa ai milanesi. Un anno di sperimentazione, i primi risultati e poi il brusco calo. A oggi infatti si è quasi tornati ai livelli di prima: di traffico, di smog, di incidenti, e compagnia bella.Tanto che l'Europa ha già aperto una procedura di infrazione contro la Lombardia per i livelli di inquinamento troppo alti.

Siccome gli automobilisti che devono andare in centro sono untouchables (ovvero "intoccabili", si rischiano molti voti alle prossime elezioni) allora si punta sui furgoni-merci.

Il Comune starebbe mettendo a punto un piano per la riduzione dello smog provocato dal traffico dei furgoni e furgoncini che trasportano le merci. Sono infatti 100 mila i mezzi che arrivano in città, quelli che entrano in area Ecopass sono 20 mila (il 3,5% di tutti i mezzi, ma producono il 35% delle polveri sottili).

Oh, buongiorno e ben arrivati…Chi di voi non è mai rimasto perplesso davanti alle sgasate di fumo nerissimo che alcuni mezzi rilasciano indisturbati?

Pare che le loro emissioni siano paragonabili a quelle di tutte le caldaie. L'assessore alla Mobilità, Edoardo Croci spiega

"Vogliamo andare avanti in un'ottica di collaborazione con il settore commerciale. È un invito a lavorare insieme. Cercheremo di intervenire solo nei casi in cui ci sia un'alternativa, e cioè un incentivo per cambiare mezzi o un contributo che coprirà praticamente al cento per cento l'installazione dei filtri.

Non vogliamo in alcun modo penalizzare il settore"

Non una guerra quindi. Ecco il piano: si parte dalle risorse messe a disposizione dal governo come definisce il Corriere.

Sono stati infatti approvati nuovi incentivi (fino a 4 mila euro) per applicare i filtri antismog sui furgoni più vecchi o per sostituire i mezzi diesel Euro 0, 1 e 2 (4 mila euro, cui si aggiungono i contributi per la rottamazione e la possibilità di accedere ai fondi della Regione).

Oltre a questo si prevedono nuovi divieti in modo da favorire i veicoli più ecologici (metano, ibridi e gpl) che potrebbero circolare liberamente, fuori dalle fasce orarie prestabilite per il carico e scarico all'interno dei Bastioni (10-14 e 19-7.30). Il divieto di carico e scarico in certe fasce orarie potrebbe anche trasformarsi in divieto di circolazione.

Dal prossimo ottobre inoltre la Regione vieterà la circolazione fino ai diesel Euro 2, mentre si studia se si possono bloccare anche i diesel euro 3 e 4 su tutta l'area cittadina.

Si attendono le reazioni dei commercianti che si preannunciano non buone.
2 Post correlati Milano wireless: al via il potenziamento delle infrastrutture wifi Darsena, Letizia Moratti conferma la rinuncia al parcheggio dopo la sentenza del Consiglio di Stato GuidaMi, potenziato il car sharing: sosta gratis e libero accesso nell’area Ecopass Scuole aperte anche nelle vacanze di Natale per aiutare i genitori che lavorano

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche