×

Riapre il Cinema Gnomo, si parte alla grande con un mese dedicato al grande cinema, ecco i programmi

Condividi su Facebook

Domani 7 febbraio alle 20.00 riaprirà ufficiale il Cinema Gnomo. Bevendo un aperitivo, sarà possibile ascoltare il gruppo Mokadelic, autore della colonna sonora del film Come Dio comanda, di Gabriele Salvatores, e il dj set di Dj Knuf, che propone una selezione tra hip-hop, dub, dubstep e funk.

In sala sarà proiettata una selezione di cortometraggi scelti tra le migliori produzioni internazionali degli ultimi anni.

Ma la vera e propria programmazione ripartirà il 10 febbraio, tre le rassegne in programma:

"Any motion – Festival di animazione"
"A Est di Milano"
"Wild Side"

Tutte e tre vogliono porre l'accento sulla scoperta del cinema internazionale di qualità, con uno sguardo particolare alle produzioni dei registi più giovani, provenienti dalle migliori scuole di cinema e case di produzione del mondo.

Ogni sabato alle ore 18.00 ci sarà un aperitivo in musica accompagnato da concerti di sperimentazione sonora per strumentazione inusuale o da proiezione mentre la domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00 ci sarà lo Gnomo dei piccoli con proiezioni di cortometraggi, laboratori di animazione, merende.

Ecco qui il dettaglio delle rassegne

Any motion – Festival di animazione
10-15 febbraio
Un'immersione in un genere che appassiona sempre di più il pubblico.

Proiezioni speciali, maratone notturne, laboratori e seminari per scoprire le tecniche più innovative. Una ricerca tra gli stili e le tecniche tradizionali e le tecnologie digitali più avanzate. Le migliori scuole di animazione europee, i registi più innovativi, gli studi di animazione più all’avanguardia, lungometraggi e una maratona di cortometraggi: tutto in una sola settimana.

Tra gli appuntamenti in programma:

Sabato 14 febbraio
ore 20
Incontro con Dave McKean

Sabato 14 febbraio
ore 22
Proiezione di Mirror Mask di Dave McKean

A est di Milano
17-22 febbraio
Un viaggio in 4 tappe ideali da Bucarest a Sofia, passando per Praga e Varsavia.

Mete – non a caso – diventate anche simbolo di un "nuovo turismo" che passa – per forza di cose – anche attraverso una rappresentazione cinematografica di luoghi inediti e fonte di nuove suggestioni per il pubblico occidentale – come accade, ad esempio, nell’ultimo film di Francis Ford Coppola.
Una rassegna che si rifiuta di identificare questi film come "corrente" o "movimento", errore in cui cade spesso il sistema di distribuzione cinematografica italiano. Al contrario, una rassegna che ha come trait d’union la proposta giornaliera delle opere delle ultime stagioni cinematografiche che è fondamentale che il pubblico italiano veda.

Perché l’urgenza del cinema di fotografare il reale, di trasporre in immagini un’identità mutante, di raccontare la collettività, non si è assopita. Come – forse – sta accadendo a Roma, a Parigi, a Madrid, a Londra.

Tra gli appuntamenti in programma:

Martedì 17 febbraio
ore 18.00
Hirtia va fi albastra (The Paper Will Be Blue), di Radu Muntean
ore 20.00
Boogie, di Radu Muntean
ore 22.00
Moartea Domnului Lazarescu (The Death of Mr. Lazarescu), di Cristi Puiu


Venerdì 20 febbraio
ore 15.00 – parte prima
ore 17.00 – parte seconda
California Dreamin’ (Endless), di Cristian Nemescu

Domenica 22 febbraio
ore 20.00
4 mesi, 3 settimane, 2 giorni (4 luni, 3 saptamini si 2 zile), di Cristian Mungiu

Wild side
24 febbraio-1 marzo
Wild Side è una playlist di giganti della musica, di storie al limite tra bellezza e anarchia, tra mito e disfatta. Con una manciata di opere inedite in Italia.
E per confermare che il rock, dalla sua nascita, porta dietro di sé l’alone di un dialogo profondo, sotterraneo eppure vivissimo con la morte, la rassegna si concede anche una deriva – tutta italiana – nel mondo degli over 70 che hanno trovato nella musica una ragione di vita sublime.

Tra gli appuntamenti in programma:

Venerdì 27 febbraio – omaggio a Julien Temple
Ore 15.00 Glastonbury di Julien Temple
Ore 18.00 Joe Strummer: The Future is Unwritten di Julien Temple
Ore 20.00 The Eternity Man, di Julien Temple

Domenica 1 marzo
ore 20.00
Daft Punk's Electroma di Thomas Bangalter & Guy Manuel De Homen Cristo

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche