×

Grazie a Messenger la polizia postale ritrova a Empoli due ragazze scappate di casa

Condividi su Facebook

E' la prima volta che la Polizia Postale della Lombardia riesce a ritrovare persone scomparse usando il Messenger,uno dei servizi di messaggistica online più famosi. Il Corriere ha raccontato la storia di due amiche di origini cinesi, una di 14 e l'altra di 17, che si tenevano in contatto via Messenger.

La prima vive a Milano e frequenta un istituto alberghiero, ma i suoi voti a scuola non erano molto buoni per cui si è messa d'accordo con l'amica che abita ad Alessandria per scappare a Empoli, dove una connazionale avrebbe offerto ospitalità a entrambe. Si sarebbero "coperte" a vicenda.

Le due famiglie hanno iniziato le ricerche e hanno sporto denuncia di scomparsa: a nulla erano valsi i tentativi di rintracciare i telefoni cellulari perchè risultavano costantemente spenti.

La Polizia Postale ha deciso di cercare tracce delle due ragazze su Messenger, ma anche su social network come Facebook e Badoo.

Da un'altra amica hanno saputo che due giorni prima della scomparsa la ragazza aveva comprato due nuove carte Sim per il cellulare, per cui rintracciando i nuovi numeri è stato un gioco da ragazzi.

Il dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per la Lombardia, Eliseo Santoro, ha spiegato

"È la prima volta che, usando Messenger, abbiamo avuto esito positivo nel rintracciare persone.

Forse anche perché abbiamo agito nell'immediatezza della scomparsa"

Il motivo della scomparsa è presto detto: la paura di affrontare i genitori.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche