×

Bullismo: baby gang "emo" tutta al femminile rapinava coetanee in via Torino

Condividi su Facebook

Fa specie leggere che è stato fermato un gruppo di teppistelle che terrorizzava le proprie coetanee nel pieno centro di Milano, in via Torino. Si è sempre abituati a baby gang al maschile, mentre invece sembra esserci una inversione di tendenza. O per lo meno, anche le ragazze cominciano a essere bad girl.

Queste ladre derubano e rapinano le altre ragazze che affollano i marciapiedi di una delle vie principali dello shopping cittadino di sicuro non per reale necessità di denaro. La loro forza infatti stava nell'essere branco.

Due delle fermate sono state ritenute responsabili dai carabinieri e nei loro confronti è stata eseguita un'ordinanza del tribunale dei minorenni con l'obbligo di dimora e il permesso per frequentare le lezioni a scuola.

Il branco si ritrovava in Duomo o comunque nelle zone limitrofe, erano già state notate per il loro atteggiamento strafottente ed erano legate da amicizie spesso superficiali.

Il 17 aprile scorso in pieno giorno era stata fatta la seconda rapina, a cui era seguita una denuncia e le relative indagini. Le due vittime erano state due 15enni, bloccate vicino al tram e trascinate in disparte.

Le forze dell'ordine sono riusciti a individuare una delle colpevoli (ora maggiorenne) che ha richiesto l'assistenza di un avvocato d' ufficio, ha ammesso le sue colpe e ha fatto i nomi delle altre.

Ecco il movente della rapina

"Dovevamo scavallare un cellulare perchè ci serviva"

E proprio quel cellulare l'ha tradita. In realtà non ne era già più in possesso perchè lo aveva perso in una discoteca di via Valtellina, ma gli inquirenti sono riusciti a risalire a lei comunque. All'accusa di rapina si aggiunge quella di tentata rapina a mano armata visto che in un'occasione la ragazza fermata aveva minacciato le sue vittime con un coltellino svizzero.

E' stata fermata anche un'altra complice mentre altre due ragazze sono state denunciate a piede libero.

Si può però dire che siano state parecchio sfortunate: primo perchè sono state filmate da videocamere (come si vede da Repubblica) e secondo perchè sono state anche individuate subito grazie al loro abbigliamento. La gang infatti vestiva e si pettinava in stile "emo" , "emo gothic".

Cerchiamo di spiegare in maniera spiccia di cosa si tratta per i non avvezzi: frangettone o ciuffone d'ordinanza, capelli modello manga giapponese, abiti neri (di solito), trucco pesante.

Qui trovate qualche foto per capirci.

Ma gli episodi di bullismo compiuti da giovanissimi non si fermano qui: solo ieri tre ragazzi (due diciottenni e un quindicenne) sono stati fermati dalla polizia dopo aver scippato un'anziana appena uscita da un ufficio postale, nella periferia ovest di Milano. I tre avevano marinato la scuola per compiere la rapina.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche