×

La modella picchiata e sequestrata dall'ex ha paura di essere uccisa, la nostra intervista al suo avvocato Ivana Maffei

Condividi su Facebook

L'attrice-modella Caterina Dileo, che è stata sequestrata e picchiata dal suo ex fidanzato, ha rilasciato oggi un'intervista al quotidiano LaNazione (foto tratta dal quotidiano). Nel suo sfogo la ragazza confessa di avere paura di essere uccisa e di finire quindi come Monica Ravizza, Monica Da Boit, Antonella Multari, Deborah Rizzato o Veronica Abbate.

Ieri l'aggressore è tornato in libertà perchè il gip ha convalidato il fermo, ma non ci sono esigenze di custodia cautelare. Quindi è liberissimo di gironzolare per la città fino al processo. E chi gli può impedire di tornare a tormentare Caterina?

Un anno fa l'aveva aggredita e le aveva provocato tre fratture a una caviglia, e continuava a minacciarla dicendole che era una poco di buono e che non l'avrebbe più fatta lavorare a Mediaset.

"non so se ha questo potere, di sicuro ha amici che contano e lui si fa molta forza su di loro. Si vanta di frequentare i figli di Berlusconi, ha rapporti strettissimi con il figlio di un notissimo editore. E' una persona ricca, e come le persone ricche e potenti è convinto di poter fare e avere quello che vuole"

Caterina ha avuto paura di denunciarlo perchè aveva faticato tanto per ottenere quei contratti di lavoro e temeva che lui glieli facesse perdere.

Per sapere come sta Caterina abbiamo raggiunto il suo avvocato, Ivana Maffei

Avvocato Maffei, come sta ora Caterina?

Caterina è stata dimessa dall'ospedale ed è a casa ora, ma non sta bene. Fisicamente ha ancora addosso i segni dell'aggressione ed è ancora molto scossa.

Abbiamo letto che l'aggressore è stato rilasciato

In realtà il gip di Milano Guido Salvini ha convalidato il fermo, però non ha ritenuto necessario la custoria cautelare in carcere quindi ora è libero anche se poi verrà processato.

Noi ci costituiremo parte civile.

Non è stata fatta nessuna diffida quindi

Per quello che possono servire le diffide. Comunque sarà processato. Noi cercheremo di "rovinarlo moralmente" visto che con la legge non si può ottenere granchè. Cercheremo anche di sensibilizzare i media in merito al problema. Domani andremo alla trasmissione di Barbara d'Urso su Canale 5.

Qual è lo stato della legislazione in Italia in tema di molestie e stalking (perchè è di questo che si tratta)

La legislazione in merito è molto carente.

In questo caso il gip ha considerato il fatto come violenza privata, ovvero solo di un litigio tra fidanzati. Invece questa persona sono due anni che minaccia e tormenta la ragazza, persino su Facebook. Le invia messaggi in cui la minaccia in modo arrogante perchè sostiene che non gli possa succedere niente.

Leggevamo sull'intervista che Caterina ha rilasciato alla Nazione che non è la prima volta che viene aggredita da questa persona

Sì, era già capitato una volta e lui le aveva spaccato la gamba. Ha sbagliato a non denunciarlo allora ma ha avuto paura. Aveva paura che lui le rovinasse i contratti di lavoro e aveva ancora più paura perchè non aveva la famiglia fisicamente vicino.

Avete avuto chiamate di solidarietà da qualcuno?

Ci ha telefonato una mamma di una ragazza che è stata uccisa qualche anno fa (Paola Caio n.d.r.). Per il resto anche se Caterina è "dell'ambiente" per così dire, non si è fatto sentire nessun altro.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche