×

La Carfagna e la Moratti lanciano la "scatola rosa", un dispositivo per la sicurezza delle automobliste

Condividi su Facebook

Alla Carfagna, di passaggio a Milano per incontrare il sindaco, piacciono le nuove ordinanze anti-prostituzione emanate a Milano (foto IlGiornale). La supermulta da 500 euro per capirci. Che però a pochi giorni dalle prime multe non sembra essere stata scoraggiata la "compravendita".

Difatti basta fare un giretto nei luoghi "classici" per la prostituzione, come viale Zara o via Porpora, e vedere che dopo un primo momento di calma le prostitute e i viados sono tornati ad affacciarsi sulle strade.

Magari in un modo più discreto (e più vestito) ma ci sono comunque. E continuano ad esserci clienti che si fermano, come se nulla fosse. Ma il ministro è soddifatto lo stesso che almeno la legge ci sia

"Anticipa il mio disegno di legge che prevede che la prostituzione diventi reato se esercitata in luogo pubblico e colpisce con la medesima sanzione sia chi la esercita sia chi se ne avvale.

Noi consideriamo le prostitute non colpevoli, ma vittime ma per ridurre e contrastare questo fenomeno c'era bisogno di un impianto normativo fortemente deterrente. Per questo oltre alla multa è previsto l'arresto da 5 a 15 giorni sia per le prostitute sia per i clienti"

Ma la Carfagna non è passata da Milano per l'ordinanza che cerca di combattere il degrado, bensì per presentare una nuova iniziativa per la sicurezza delle automobiliste. Verrà testata a Milano su 1000 automobiliste milanesi,e in particolare quelle che lavorano in orari notturni e quelle che vivono nei quartieri più a rischio di aggressione.

Sulle loro auto saranno installate delle "scatole rosa" che attraverso un sistema gps serviranno a controllare a distanza l'auto e potranno segnalare situazioni di emergenza. Come riporta il Corriere

"Fa parte di una iniziativa di sistema per far capire alle donne che lo Stato vuole liberarle dalla paura. E' impossibile che in un Paese democratico sia così alto il numero di donne che subiscono violenze"

Ci si chiede però in che modo la scatola rosa possa venire in aiuto per prevenire casi di violenza.

Un conto sono i guasti dell'auto e gli incidenti, un altro sono le violenze e le molestie avvengono in mezzo alla strada e non sull'auto. Se non addirittura in casa propria.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche