×

I commercianti italiani sono contro la Ztl di via Sarpi, fatta per colpire la comunità cinese e spingere i grossisti ad andarsene

Condividi su Facebook

Il giorno dopo l'apertura della Ztl in via Paolo Sarpi le opinioni sono discordanti. Per il Corriere non c'è stato nessun ingorgo e nessun problema. Mentre pare che ci siano stati notevoli problemi alla viabilità come questa cittadina che ha commentato nel post di ieri

Questa mattina nell'area circostante via P.

Sarpi e per mattina indico la fascia oraria dalle ore 8.00 alle ore 9.00, orario in cui le persone vanno a lavorare, c'era un congestionamento pesante di auto tra via Canonica direzione Arena e via Procaccini direzione Monumentale, probabilmente il Vs. bilancio si riferisce ad una fascia oraria, dove circolano solo casalinghe, pensionati, ed altri individui che non devono timbrare il cartellino per essere presenti sul posto di lavoro.

Questa decisione di trasformare Sarpi in ZTL è stata una buffonata decisa da buffoni, che non si sono resi conto e/o che non vogliono rendersi conto di cosa può creare tutto ciò

Di sicuro non ci sono state reazioni contrarie della comunità cinese e dei residenti. Il vice sindaco, Riccardo De Corato, è contento; i grossisti si adattano e caricano e scaricano le merci tra le 10 e le 12.30…ma gli altri commercianti, quelli italiani, non sono esattamente felici.

Giorgio Montingelli, consigliere delegato per il territorio dell'Unione del commercio ha dichiarato al Corriere:

"Questi non erano gli accordi, si parlava di un'isola pedonale vera. Per questo sarebbe stato più giusto partire con i tempi giusti, senza presappochismo, avevamo chiesto di rimandare al 10 gennaio […]Non si possono distruggere i commercianti italiani per allontanare i grossisti cinesi"

"Ma come?" pare dire De Corato, "l'avete voluta voi!" 

Ecco cosa ha dichiarato il vicesindaco

"Noi avremmo preferito una Ztl senza pedonalizzazione, senza spostare la linea dei bus 43.

E ora? Vogliono tornare indietro? Lo chiedano. Ma poi dovranno spiegarlo alla città"

Intanto ieri sono state ben 100 le multe dei vigili per divieto di sosta nelle zone limitrofe. Che hanno preso solo i milanesi.

Qualcosa ci dice che le polemiche continueranno ancora per un bel po'.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche