×

Paura a una riunione di condominio: pensionato tira fuori una pistola e minaccia di uccidere vicini e amministratore

Condividi su Facebook

C'è un solo appuntamento che tutti, ma proprio tutti, odiano indistintamente: la famigerata riunione di condominio. Quella cosa per cui ci si inventa malattie improbabili e improrogabili appuntamenti dal dentista all'ultimo minuto pur di non andarci.

E a ragione: spesso il peggio di sè e dei propri vicini di casa viene fuori proprio in quelle occasioni.

Qualcuno va anche fuori di testa, come ieri sera è successo a un pensionato di 69 anni.

L'uomo, che abita in via Monte Lungo, stava partecipando all'assemblea di condominio nell'oratorio della chiesa di San Domenico Savio, in via Rovigno (quartiere Gorla).

Poco dopo l'inizio dell'assemblea ha estratto una pistola senza matricola e ha minacciato l'amministratore puntandogliela al petto e dopo averlo fatto sedere gliel'ha puntata alla tempia.

Il pensionato diceva di voler ammazzare i vicini e l'amministratore perchè li riteneva responsabili di alcuni danni all'impianto di riscaldamento della sua casa.

Ha invitato i condomini ad uscire per andare a vedere, ma preso dalla paura che qualcuno stesse chiamando la polizia è uscito e si è allontanato.

Ovviamente la polizia è stata prontamente avvisata e ha arrestato l'uomo intorno alle 20.30 sotto la pioggia in via Jean Geraux con l'accusa di detenzione di arma clandestina e di arma bianca, minacce gravi, ricettazione e violenza privata. Aveva messo la pistola sotto il cappotto e aveva anche un coltello da cucina in tasca: chissà cosa avrebbe potuto fare con un armamentario del genere.

In casa aveva anche sei cartucce che sostiene di aver trovato per terra in un parco. Alla prossima riunione ci si dovrà aspettare il metal detector.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche