×

Blitz alla casbah di viale Bligny, il palazzo della droga tormentato dal degrado. Arrestate otto persone

Condividi su Facebook

Sono entrati in azione all'alba alla "casbah" di viale Bligny 42, il famigerato fortino della droga. Solo a settembre c'era stata una maxi-rissa con morto, ma il palazzo non era nuovo ad episodi criminali (foto CronacaQui). La vittima si chiamava Randy ed era morto per colpa di quattro coltellate all'addome e una al petto: era regolare, senza nessun precedente penale e aveva un lavoro da muratore.

Un palazzo pericolosissimo, sia per gli abitanti ma anche per chi cercava di denunciare il degrado: violenze, ubriachezza molesta, rapine, motorini rubati, clandestini, prostituzione, spaccio e occasionalmente omicidio (e addirittura presuntiterroristi) sono di casa. E lo sanno tutti.

Repubblica spiega che

La fama sinistra il palazzo ce l'ha da quando lo hanno costruito, fine Ottocento: la càa dei làder, lo chiamavano, quando intorno l' edilizia intensiva non era ancora arrivata, perché i ladri entravano dal portone e sparivano dall' ingresso laterale, in via Ravizza

Ci son state diverse critiche nel corso degli anni perchè pareva che nessuno "osasse" andare a mettere il naso nel palazzo per fare una "ripulita".

Tanto per fare dei numeri nei primi otto mesi di quest'anno polizia/carabinieri/vigili sono arrivati ben ottanta volte.

Nel palazzo c'è di tutto: da antenne satellitari a "altarini improvvisati", rifiuti, bagni in condizioni pessime e spacciatori a ogni piano in base alla "merce". Prima slavi, poi marocchini, tunisini, senegalesi e gambesi, si erano divisi i piani in questo modo:

fumo al primo
coca al secondo
eroina al terzo
la cassa al quarto

Nel blitz sono state controllate decine di persone: otto sono state arrestate e 35 sono state portate in Questura per accertamenti.

La questura spiega a CronacaQui

La prima fase di questa operazione, iniziata a settembre, ha portato, dopo attività di indagine e appostamento, all'arresto di 6 persone, quasi tutti nordafricane, tutte gravitanti nello stabile di viale Bligny 42, che però veniva utilizzato solo come base d'appoggio per i cittadini extracomunitari, intenti a spacciare in zone limitrofe.
La seconda fase di quest'attività, partita con la segnalazione che nello stabile in questione sarebbe arrivato un gruppo di extracomunitari nordafricani con sostanza stupefacente da smerciare, si è conclusa all'alba di questa mattina con l'arresto di 8 persone, trovate in possesso di 100 grammi di marjuana e 35 di cocaina, oltre al sequestro dell'appartamento utilizzato, ai sensi della nuova normativa sul contrasto dell'immigrazione clandestina.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche