×

Continua la protesta delle università: lezioni all'aperto in Piazza Duomo aperte a tutti per protestare contro la Gelmini

Condividi su Facebook

Si sono calmati un po' gli animi per quanto riguarda le proteste universitarie anti-Gelmini. La settimana era iniziata, dopo i cortei del venerdì precedente, con gli scontri di Cadorna di lunedì e i falliti tentativi di boicottaggio delle lezioni e le azioni di intralcio del traffico di mercoledì.

Lo scenario di oggi (foto IlGiorno) è decisamente calmo e rilassato, con lezioni universitarie all'aperto in Piazza Duomo a cui hanno assistito non solo gli studenti ma anche i passanti incuriositi. Diciamo che nella protesta hanno trovato un ottimo modo per incuriosire le persone.

Stamattina le lezioni sono cominciate alle 9.30 con la lezione di Lingua araba 2 tenuta dalla ricercatrice Letizia Osti del corso di Mediazione linguistica e culturale dell'Università Statale a cui hanno assistito una cinquantina di studenti.

La polizia è presente ma è in borghese in modo da tenere sotto controllo la situazione visti i precedenti senza dare troppo nell'occhio.

Non solo piazza Duomo è coinvolta dalle "lezioni aperte", ma anche Piazza Fontana dove si tiene quella dalla professoressa Di Salvo del corso la lezione di Filologia slava

Aldo Giannuli, ricercatore di Storia contemporanea di Scienze politiche, ha tenuto invece una lezione sulla storia dell'università pubblica e ha dichiarato al Corriere

"I professori hanno il dovere di stare a fianco degli studenti che stanno dimostrando grande sensibilità politica a difesa dell’università e dell’istruzione pubblica.

Credo che molti miei colleghi non capiscano che siamo arrivati al capolinea"

Con il passare del tempo è aumentato il numero degli studenti che sono diventati più di 200. Hanno iniziato pian piano a comprare i cartelli.

Scopo, ovviamente, protestare contro la Gelmini, ma anche portare il sapere alla città. E' un segnale molto positivo che i cittadini si avvicinino per assistere alle lezioni, che continueranno fino alle 15.

Intanto i collettivi continuano con le assemblee per decidere le strategie da seguire e si preparano per due appuntamenti importanti:

– il 30 ottobre per la grande manifestazione in occasione dello sciopero generale della scuola (è stato creato anche un gruppo su Facebook che finora ha raccolto qualche centinaio di persone)

– il 3 novembre: il ministro Gelmini infatti andrà al Politecnico per l'inaugurazione dell'anno accademico e proprio in questa occasione si preparano grosse mobilitazioni

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche