×

Non c'è pace per box e parcheggi: bloccato il cantiere di largo Rio de Janeiro, ma riparte quello di piazzale Lavater

Condividi su Facebook

Il cedro del Libano di largo Rio de Janeiro, spostato in Piazza Piola per far spazio ai box, è morto per niente (foto Cittadini Propositivi). Il parcheggio sotterraneo di largo Rio de Janeiro è stato bloccato dopo i ricorsi dei cittadini in Tribunale.

A complicare le cose ci si è messa la scoperta che la cooperativa che se ne stava occupando (Città Studi Nuova) aveva fatto le cose in modo non troppo chiaro.

Adesso ci si mette anche la Soprintendenza ai Beni Architettonici come spiega il Corriere:

"Stiamo valutando sia le possibili interferenze della falda con i box, sia la correttezza delle autorizzazioni. La nostra responsabilità riguarda la tutela complessiva della piazza"

L'assessore ai Lavori Pubblici, Bruno Simini promette trasparenza

"Per Rio de Janeiro ripartiamo dalla coerenza e trasparenza assoluta dei documenti: ogni modifica dovrà essere condivisa"

Ci eravamo occupati spesso dei cantieri infiniti, uno dei problemi che affliggono la città.

Eravamo stati chiamati da alcuni negozianti in merito ai cantieri per i parcheggi di piazza XXV Aprile e per quelli di via Leoncavallo. Ma hanno moltissimi problemi anche coloro che hanno un'attività in viale Zara e piazza Piemonte. Non è tanto questione dei cantieri che non partono, ma piuttosto quelli che partono e poi durano tempi bliblici, o si bloccano. Tanto che alcuni negozianti hanno scritto una lettera al Comune per chiedere una sorta di risarcimento.

In piazzale Lavater invece possono partire i lavori per il maxiparcheggio, dopo un iter molto travagliato.

La vicenda inizia alla fine del mandato Albertini: quando viene eletta la Moratti aveva deciso di riesaminare i progetti più contestati dai cittadini. Dopo qualche tempo viene approvata la gara per piazzale Lavater, vinta da un'azienda di Sondrio, la Comer.

A marzo 2007 si blocca tutto nuovamente e quattro mesi dopo si avvia la procedura di revoca.

Dopo un anno "si cambia idea", anche perchè la Comer ha presentato due ricorsi al Tar.

Il 2 settembre scorso arriva il blocco della Soprintendenza per poi ricorreggere tutto fino a oggi. Simini ha commentato

"gli approfondimenti hanno dimostrato che le ragioni per realizzare il parcheggio sono più forti rispetto a quelle di un ripensamento. Valutiamo nel merito, considerando ciò che è più utile alla città"

Si parte quindi: costo dell'opera 13 milioni di euro.

Lo scorso 10 ottobre è stato arrestato Luigi Rebai della Comer "per un presunto giro di appalti truccati in Valtellina". Ma questo non ostacolerà i lavori.

Critica anche la situazione di via Benedetto Marcello: sette anni per realizzare i box, mille giorni per aspettare l'ok per la riqualificazione dell'area.

Sull'area c'è già un vincolo monumentale, ma a complicare le cose ci sono anche le esigenze di cittadini e ambulanti. I primi lavori partiranno a gennaio. Ma intanto le bancarelle del mercato rimangono, e i residenti sono sul piede di guerra.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche