×

Scuola e università mobilitate contro la riforma Gelmini: venerdì 17 doppia manifestazione di protesta

Condividi su Facebook

Tutti pazzi per Mariastella Gelmini. In senso negativo però. Questa è una settimana di fuoco per la scuola. Si parte dall'Università Statale, che lunedì e martedì è stata occupata. Ai collettivi universitari si uniscono anche quelli di Politecnico e Bicocca.

Oggi mentre era in corso il senato accademico hanno dato vita a un presidio di protesta insieme anche a esponenti della Rsu, ricercatori e dottorandi.

In soldoni chiedono che il senato prenda posizione su "un documento in sei punti contro la riforma del ministro Gelmini consegnato ieri al rettore Enrico Decleva. Il rettore dell'università si era detto disponibile a ricevere una delegazione ma poi, una volta iniziati i lavori dell'assemblea e dopo oltre un'ora di contrattazione in cui gli studenti non sono riusciti ad accordarsi sulla delegazione stessa, il senato accademico si è rifiutato di riceverli" come riporta il Corriere.

Le università inoltre preparano movimentazioni, assemblee e quant'altro per tutta la settimana fino alla manifestazione che partirà da Largo Cairoli venerdì mattina fino alla sede dell'ufficio scolastico regionale in via Ripamonti.

Ma anche i professori si ribellano ai tagli all'università come riporta Repubblica.

Sono tutti preoccupati per la legge finanziaria che prevede "entro il 2010 una diminuzione dei finanziamenti alle università di 700 milioni di euro". Il 2010 viene visto come l'anno della catastrofe per il mondo universitario.

Secondo i rettori sarà impossibile pagare persino le retribuzioni del personale.

Ma anche le scuole dell'obbligo e le superiori sono in piena mobilitazione. Alcune scuole hanno addirittura creato la "Notte Bianca della Scuola". In occasione dello Scuola Day avevamo raccolto le opinioni di alcuni genitori sulle riforme della Gelmini

Il Corriere spiega che il problema più grosso è quello relativo alla modifica del tempo pieno

"A Milano il tempo pieno interessa la stragrande maggioranza delle classi del primo ciclo di studi, e l'ipotesi di un ridimensionamento del servizio sta sollevando parecchio scontento soprattutto tra le numerose madri lavoratrici della città.

La protesta è dunque particolarmente partecipata"

Retescuole.net è il punto di ritrovo online per tutte le mobilitazioni.

Sempre venerdì 17 ci sarà anche un corteo da piazza Missori fino alla sede dell'ufficio scolastico regionale in via Ripamonti.

Un vero e proprio NO GELMINI DAY!. Ne parla anche Pollicino. Don Paolo di PassiNelDeserto invece cerca di analizzare il fenomeno delle recenti mobilitazioni studentesche.

Qui invece trovate cosa è successo a Torino.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche