×

Arrestato un altro membro della Ms-13, la gang che massacrò con il machete un giovane di una gang rivale

Condividi su Facebook

Il capo del raid della Mara Salvatrucha, il "Pirata", era già stato acciuffato. Insieme ad altri membri della Ms-13 avevano fatto una rappresaglia punitiva nei confronti di Ricardo, un ragazzo di 22 anni, a cui membri della gang avevano sfregiato il volto e fatto perdere un occhio la sera del 13 luglio.

Gli Ms-13 lo avevano massacrato a colpi di machete per uno sgarro di una gang rivale, la Maras 18. Lo avevano aspettato fuori da un centro sportivo e dopo averlo picchiato lo avevano lasciato agonizzante in mezzo alla strada.

Gli agenti della Squadra mobile della Questura di Milano hanno arrestato un cittadino messicano di 31 anni. L'accusa nei suoi confronti è di tentato omicidio in concorso con altri presunti membri della gang Ms-13.

Avevamo già parlato della Mara Salvatrucha, o MS-13:

la gang nasce negli anni 80 in California da immigrati salvadoregni con lo scopo difendere i connazionali dalle gang afroamericane e messicane. Ma passano presto a attività illecite come omicidi, furti, contrabbando e spaccio di droga, commercio di armi al mercato nero. Per entrare nella MS-13 bisogna superare prove durissime che vanno da un violento pestaggio per i ragazzi allo stupro di gruppo per le ragazze.

Secondo gli Stati Uniti si tratta della più pericolosa gang di strada, e ora opera anche a Milano.

La gang rivale è la Maras 18, ma anche i Latin King.

Pian piano la polizia sta arrestando tutti i membri. Prima erano stato fermato Lizama Ortiz e Cortez, rispettivamente di 32 e 19 anni. Anche loro avevano il numero 13 tatuato sul petto, sul braccio o sul collo, il segno distintivo dell'appartenenza.

Alcuni sono stati presi, ma ce ne sono ancora una decina da identificare.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche