×

Aumentano le aggressioni "latine": dopo il pestaggio tra Ms-13 e Maras 18 i membri arrestati hanno paura a tornare in Salvador

Condividi su Facebook

Ha fatto molto scalpore la settimana scorsa la notizia del pestaggio fra gang rivali, la Ms-13 e la Maras 18: le gang sudamericane insomma cominciano a farsi sentire anche qui a Milano. 

E continuano a colpire: in corso Lodi, uno studente di 19 anni è stato rapinato da una gang composta da sei sudamericani che lo hanno accerchiato, minacciato, picchiato e derubato del telefonino.

Non contenti lo hanno preso a catenate e gli hanno sferrato un colpo all'addome con un punteruolo (a quanto sembra sarebbe addirittura stata una ragazza).

La polizia è riuscita a fermare due membri della banda e si trattava proprio di due membri dei Latin Kings o di un'altra gang latina. I fermati lo hanno ammesso con orgoglio. Le forze dell'ordine cominciano a pensare che le bande della città si stiano risvegliando, anche perchè sempre in corso Lodi qualche giorno fa era avvenuto un fatto simile e ci sono anche molte segnalazioni di ragazze che scappano di casa per unirsi alle bande.

Intanto i due membri della Ms-13 hanno paura a tornare nel loro Paese d'origine perchè, secondo quanto riporta CronacaQui,

"Dopo quello che ho detto un mio rientro nel Paese d'origine sarebbe molto pericoloso. A San Salvador le Maras hanno migliaia di aderenti, commettono spesso anche omicidi, praticamente tutti i giorni e se qualcuno ha reso dichiarazioni in qualche modo vengono a saperlo"

I due Ms-13 hanno vuotato il sacco sulla gang: in tutta Milano sarebbero una trentina di persone che devono fare riti di iniziazione e tatuaggi che richiamano il nome della band

"Il nostro gruppo fa riferimento alla Mara Salvatrucha.

Mara è un gruppo che nasce dall’idea di un gruppo di formiche che si aiutano tra loro: scientificamente formicaio infatti si dice marie (Salva invece è un richiamo al Salvador e Trucha vuol dire state attenti).Il numero 13 viene dagli Stati Uniti.

L'ultima vittima della gang era stato Ricardo, un ragazzo di 22 anni, a cui avevano sfregiato il volto e un occhio (facendoglielo perdere) la sera del 13 luglio. Fuori dai cancelli di un centro sportivo i membri della Ms-13 lo avevano aspettato armati perchè il capo di una banda rivale, la Maras 18, di nome Renè, aveva osato tirare fuori il coltello per minacciare uno della 13 e la doveva pagare.

Si prevedono quindi rappresaglie e punizioni.

Ecco la storia della gang 

La gang nasce negli anni 80 in California da immigrati salvadoregni con lo scopo difendere i connazionali dalle gang afroamericane e messicane. Ma passano presto a attività illecite come omicidi, furti, contrabbando e spaccio di droga, commercio di armi al mercato nero. Per entrare nella MS-13 bisogna superare prove durissime che vanno da un violento pestaggio per i ragazzi allo stupro di gruppo per le ragazze.

Secondo gli Stati Uniti si tratta della più pericolosa gang di strada.
0 Post correlati Lavori pubblici, al via ad aprile il cantiere per la corsia preferenziale per la linea 92 Stop al traffico anche domenica 6 febbraio, inascoltate le proteste dei commercianti A Milano scoperti due viados sieropositivi in via Ferrante Aporti, si temono contagi Bruzzano, pendolari esasperati “prendono in ostaggio” un treno per arrivare a Milano “

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche