×

Vittorio Sgarbi licenziato, la Moratti lo accusa di mancanza di rispetto

Condividi su Facebook

Divorzio illustre proprio nel giorno del suo compleanno: via le deleghe da assessore a Vittorio Sgarbi. Letizia Moratti lo ha convocato e gli ha comunicato il suo licenziamento. I motivi della revoca della carica sono principalmente due: il primo è la lite con il giornalista Marco Travaglio durante la trasmissione televisiva di Michele Santoro "Annozero" in cui Sgarbi lo ha coperto di improperi come vedete qui sotto.

La seconda è la delibera "ingannevole" con cui è stato dato il patrocinio a una rassegna di teatro omosessuale del Teatro Libero all'insaputa della Giunta. La diatriba intorno all'evento era stata risolta con uno stratagemma: mentre prima il titolo della rassegna era "teatro omosessuale" è stato cambiato in "Liberi Amori Impossibili" in modo che la Giunta votasse la delibera senza sapere di cosa si trattasse.

Secondo Sgarbi infatti se si fosse lasciata la parola gay o omosessuale la delibera non sarebbe mai stata votata.

Negli intenti dell'ora ex-assessore era evitare uno scontro come quello che avvenne in occasione della contestatissima mostra "Vade Retro".

Ma tutto questo non è che la goccia che ha fatto traboccare il vaso: in passato Sgarbi si era già distinto per il suo comportamento che, a detta della Moratti, non era per niente consono alla sua posizione di pubblico amministratore. Sgarbi avrebbe mancato di rispetto sia verso la giunta che verso i cittadini e, cosa ancora più grave, avrebbe mancato di lealtà nei confronti dello stesso sindaco.

Da ieri sera quindi il Sindaco ha assunto le deleghe alla Cultura.

Intanto si iniziano a fare i primi nomi per il suo successore in quanto in periodo pre-Expo il sindaco ha già tanti impegni e non potrebbe seguire a fondo anche l'assessorato alla cultura. Si parla di Davide Rampello, presidente della Triennale, o Philippe Daverio, critico d'arte, oppure Davide Zecchi.

La replica di Sgarbi ovviamente non si è fatta attendere: ribatte che forse la mancanza di rispetto l'ha avuta proprio la Moratti nei suoi confronti e nei confronti del suo lavoro.

Sgarbi inoltre invoca l'intervento di Silvio Berlusconi. Vuole portare alla sua attenzione questa, a suo dire, "grave aggressione". Probabilmente si tratta della sua ennesima provocazione, anche perchè Berlusconi al momento ha cose ben più importanti a cui pensare.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche