×

Tre studentesse si prostituivano in casa: "Ci paghiamo l'Università"

Condividi su Facebook

E' complicato parlare di prostituzione, perchè si rischia sempre di essere pressapochisti, di voler dire tutto e niente alla fine. Sappiamo che oggi sono tante le ragazze che arrivano dall'Est, da Budapest come nel caso delle tre ragazze fermate dalla polizia ieri, che pagano gli studi universitari con prestazioni sessuali hard o in base alle richieste del cliente e che, sempre come nel caso a cui facciamo riferimento, avvengono direttamente nel bilocale in cui si è in affitto.

Quello che fa rabbia, è che mentre prima accadeva che le ragazze erano adescate da malfattori che promettevano loro un lavoro per farle arrivare in Italia e dimenticare un Paese povero e disastrato non solo economicamente, adesso invece queste giovanissime bellezze sono perfettamente consapevoli di cosa le aspetta al loro arrivo in Italia. E tuttavia non rinunciano a partire.

E' la situazione che si sono trovati davanti ieri i poliziotti, quando sono entrati nel bilocale dove le tre ragazze vivono e accolgono i clienti.

Bellissime, anche bravissime negli studi, le tre ragazze di Budapest avevano seguito una delle tre che in Italia già c'era da un po' e che aveva consigliato alle altre due di raggiungerla.

In Italia gli uomini sono gentili e fanno tanti regali, aveva detto, con quelli ci si può pagare l'affitto, studiare. La naturalezza con cui hanno raccontato alla polizia, anche nei minimi dettagli, quello che facevano, non fa neanche restare a bocca aperta, perchè si rischierebbe di dire qualcosa di moraleggiante, ma qui di morale non c'è niente.

Queste persone sono andate via di casa, pur sapendo cosa le aspettasse all'arrivo in Italia, e sono scappate da una realtà che è più misera del vendere, anche con piacere come hanno raccontato, il proprio corpo ad uno sconosciuto.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche