×

Saltato l'accordo per Gratosoglio e l'Asian Trading Center, i grossisti cinesi si sposteranno a Lacchiarella?

Condividi su Facebook

La querelle su Via Paolo Sarpi e la sua comunità cinese non accenna a concludersi. Niente Ztl e i grossisti non andranno a Gratosoglio. Cosa si può fare?

Per ora l'unica possibilità presa in considerazione è un trasferimento a Lacchiarella, sempre fuori dai confini cittadini.

Sembra tramontare l'ipotesi dell'Asian Trading Center in via dei Missaglia annunciato due mesi fa. De Corato lancia però un ultimatum sulla possibilità di traformare la via della discordia in una zona a traffico limitato prima e in un zona pedonale poi tra l'autunno e l'inizio del prossimo anno: i commercianti dovranno farsene una ragione.

Intanto però è partito un progetto da parte degli imprenditori cinesi per prenotare 40mila metri quadri al polo commerciale Il Girasole, che è situato fra Lacchiarella e Binasco.

Ovviamente gli imprenditori vorrebbero portarsi dietro 200/300 commercianti. Domani comunque ci sarà un incontro fra il console cinese e Palazzo Marino.

Il Comune infatti vuole sapere dal console dove hanno intenzione di trasferirsi i grossisti ma nessuno si sbilancia. Lunedì in ogni caso ci sarà anche un incontro con il comitato dei residenti Vivisarpi sperando di riuscire a trovare un terreno di incontro che vada bene per entrambe le "fazioni".

A sorpresa però si legge qualche commento a favore della comunità cinese da parte di alcuni negozianti italiani della zona: infatti, comprendendo bene il mestiere, comprendono anche le problematiche dei loro colleghi e capiscono che dopo aver comprato un'attività non è così facile andarsene senza avere un sostegno e un incentivo da parte del Comune. Incentivo a cui il Comune non ha pensato (e forse non vuole pensare). I cinesi non danno nemmeno fastidio, sono gran lavoratori, ma l'ingrosso crea comunque disagi.

E dopo anni senza controllo comunque è quasi impossibile cercare di tappezzare la situazione e la colpa per i negozianti è del Comune che non è mai intervenuto prima.

Intanto alla soluzione "Lacchiarella" per ora non ci crede nessuno. 

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche