×

Navigli: "movida" allungata, residenti in rivolta

Condividi su Facebook

Chi si aspettava una soluzione al problema della vita notturna sui navigli milanesi è rimasto deluso. L’isola pedonale si allunga a cinque mesi, dal 26 maggio alla fine di settembre, con i locali che potranno rimanere tranquillamente aperti fino alle 2 di notte, con i tavolini all’aperto anche la domenica pomeriggio.

Questi i provvedimenti presi dal Comune, provvedimenti che non hanno fatto altro che scontentare ulteriormente i residenti, già da tempo sul piede di guerra contro la movida milanese.

“L’unica voce ascoltata è quella dei gestori”, dicono dai Comitati dei Navigli, le associazioni di abitanti della zona che non sono nemmeno state invitate al tavolo della discussione. Questi gruppi di cittadini milanesi, che hanno il “torto” di abitare nel centro della movida milanese, da anni si battono per avere un traffico più sostenibile ed un livello di rumore meno invasivo.

Dall´assessore alla Mobilità Edoardo Croci si sono presentati invece i commercianti, che non possono che dichiararsi soddisfatti per l’esito della riunione che ha allungato di un mese l’isola pedonale in zona navigli.

“L´anno scorso di fatto non ci sono state proteste, l´isola ha funzionato benissimo” – dice l’assessore Croci, che assicura “le regole sono state varate secondo un patto che garantisce lo svolgimento dell´isola estiva a favore di tutta la città, ma tutela la tranquillità dei residenti”.

La novità è che dovrebbe essere abbattuto il muro di cinta del parcheggio di Porta Genova: lì il sabato si svolge la Fiera di Sinigaglia, la sera è un parcheggio a pagamento ma per entrambi gli usi si dice che sia troppo nascosto. I residenti avranno garantito un pass gratuito estivo, mentre saranno ancora i vigili urbani e non una security privata a tentare di contenere l´invasione di venditori abusivi. Resta il divieto di portare bottiglie di vetro fuori dai locali dopo le 24.

Gli orari? In periodo scolastico i locali devono ritirare tavoli e sedie entro l’una di notte dal lunedì al giovedì, entro le 2 da venerdì a domenica. Quando le scuole sono chiuse, invece, si può sempre stare aperti fino alle 2. E la domenica? Per favorire gli amanti del brunch, le alzaie saranno pedonali da mezzogiorno in avanti. I residenti, come detto, non si danno pace per la prospettiva di diverse notti insonni e soprattutto perché avevano sperato nella richiesta della “Commissione Navigli” del Consiglio di zona 6 per chiudere a mezzanotte.

Il documento però non è ancora stato votato dal parlamentino di zona e riguarderebbe, se mai fosse approvato e l´ipotesi è altamente improbabile, una richiesta non per l´isola estiva. Ma per la futura, e ancora imprecisata, pedonalizzazione permanente dei Navigli.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche