×

Oltre seimila abitanti delle case popolari a San Siro avranno l'allacciamento al teleriscaldamento

Condividi su Facebook

Dal 2009 il teleriscaldamento si estenderà al quartiere di San Siro, uno dei più popolosi della città. Il progetto, sostenuto dal Comune, da A2A, la multutility nata dalla fusione fra Aem Milano e la bresciana Asm e da Aler, l'Azienda lombarda di Edilizia residenziale, consentirà la riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell'aria e notevoli benefici economici per i residenti della zona.

Dopo aver già raggiunto e fornito calore pulito al quartiere Gallaratese, al nuovo Polo Fieristico e alle zone limitrofe, l'energia pulita riscalderà un'altra zona della città. Gli alloggi popolari dei seimila abitanti del quartiere verranno riscaldati con il calore prodotto dal termovalorizzatore Amsa di Figino, Silla 2. Attualmente nel quartiere San Siro la produzione di acqua necessaria per il riscaldamento è realizzata in una centrale termica alimentata a metano, situata in piazza Selinunte gestita da Aler.

Le agevolazioni per i residenti, che sono in gran parte anziani, saranno innanzitutto di tipo economico, poiché allacciandosi al teleriscaldamento si potranno ridurre le spese annue per la bolletta da mille a quattrocento euro. Inoltre l’impianto avrà un servizio di intervento 24 ore su 24 e saranno eliminate le spese di manutenzione. Queste le anticipazioni del sindaco, Letizia Moratti.

Uno degli obiettivi primari dell'Amministrazione comunale e di A2A è la diminuizione dell'inquinamento per migliorare la qualità della vita dei cittadini.

Il progetto, infatti, prevede l’estensione della rete di teleriscaldamento sul territorio milanese per ridurre le emissioni prodotte dalla combustione per la produzione di calore. Queste nuove tecnologie utilizzano fonti di calore già esistenti, prodotte dai termovalorizzatori che altrimenti andrebbero disperse nell'aria.

Il progetto di estensione di teleriscaldamento nel quartiere San Siro è l'inizio di un itinerario per riqualificare tutti i quartieri della periferia di Milano, e si inserisce nel programma “Contratto di Quartiere II”, uno dei grandi interventi di riqualificazione dei quartieri di edilizia residenziale della città" ha detto l'assessore alla casa.

Oggi l'inquinamento á dovuto al comportamento individuale, per abbattere le emissioni dobbiamo modificare i comportamenti dei cittadini. Poi, l'assessore Croci ha aggiunto che "Nel campo dell'energia si sta agendo con altrettanta forza che in quello della mobilità: in questi giorni c'è un bando per cambiare le caldaie piu' inquinanti, ed èstato affidato ad A2A il compito di cambiare tutte le caldaie a gasolio negli immobili del Comune con sistemi a teleriscaldamento e a metano".

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche