×

Isola ambientale nel quadrilatero della moda, i commercianti dicono "no"

Condividi su Facebook

Braccio di ferro tra l'assessore alla Mobilità Edoardo Croci e i commercianti di lusso di Montenapoleone e vie limitrofe. Sul banco degli imputati la zona a traffico limitato. Il progetto del Comune nasce per eliminare il problema dei parcheggi selvaggi e della sosta di carico e scarico che non rispetta mai gli orari, la Ztl con annessa isola pedonale pare essere l'unica soluzione per arginare queste tematiche.

Follia pura per i commercianti, invece, secondo i quali si proclamerebbe così la morte dell'economia nel quadrilatero del moda.

Lo scontro tra Croci e le associazioni delle vie in questione si fa teso su più fronti e sembra che il dialogo tra le due parti non arrivi mai a una conclusione, nessuno cede sulle proprie posizioni. Il Comune è indispettito dal "no" secco ricevuto dopo aver illustrato il piano di Ztl e non accetta veti da nessuno.

L'Unione dei commercianti risponde che se l'amministrazione non è in grado con le leggi già esistenti di far rispettare le regole sono problemi suoi. 

In realtà per i negozianti ci sarebbero delle valide alternative al blocco della circolazione in Montenapoleone e l'hanno espresso bene in due punti: innanzitutto, creare più disponibilità di parcheggi, in modo da evitare le soste vietate, in doppia fila e tutto ciò che può creare disagi e ingorghi alla circolazione e secondo, è necessario un presidio di vigili costante, che possa controllare l'effettivo rispetto della mobilità.

Sul primo punto possiamo dire che di parcheggi a pagamento sotterranei in centro ce ne sono fin troppi, ma non vengono utilizzati – soprattutto da quando è in vigore l'Ecopass – quindi il problema non è che il parcheggio non si trova, ma non si trova davanti alla vetrina della boutique da sbancare. Sul secondo punto potrebbero anche avere ragione, se non fosse che di carenza di personale tra i vigili ne abbiamo già ampiamente parlato e pensare di usare risorse risicate per un presidio fisso che controlli solo i divieti di sosta sembra abbastanza surreale.

Ecco allora che è più logico pensare di poter mettere due telecamere al posto di due vigili, per controllare tutta la zona. Per quanto riguarda la Ztl, il Comune ha deciso di interpellare tutti, anche e soprattutto i residenti a cui verrà recapitato un questionario nel quale viene illustrato il progetto e con il quale si raccoglieranno le impressioni. Tutto è ancora sulla carta, le consultazioni sono in atto, di tempo per battagliare c'è ancora parecchio.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Leggi anche